La casta si predispone un parcheggio riservato e l'opposizione insorge

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2674

PESCARA. La Casta dei politici adesso si regala anche un bel parcheggio comodo comodo sotto il palazzo del Consiglio regionale d'Abruzzo. * STOP ALLA SOSTA SUI MARCIAPIEDI
Perchè si sa: trovare un posto per parcheggiare l'automobile nei pressi di piazza Unione è quasi impossibile. Così è scattata addirittura l'ordinanza del sindaco Mascia per dare una mano ai colleghi della Regione.
L'area di sosta è stata predisposta su via Dei Bastioni con intersezione con via Catullo, e su via Catullo, da via Dei Bastioni fino al confine con l'Auditorium De Cecco.
La trovata non è piaciuta affatto ai consiglieri comunali Enzo Del Vecchio (Pd) e Fausto Di Nisio (Idv) che hanno inoltrato un esposto al prefetto Vincenzo D'Antuono, al procuratore della Repubblica, Nicola Trifuoggi, e per conoscenza allo stesso Mascia.
«Il provvedimento assunto», denunciano i due consiglieri, «si pone chiaramente in violazione delle norme del codice della strada che all'articolo 7 (d.lgs 285 del 30 aprile 1992) dispone la possibilità di riservare spazi alla sosta dei veicoli di organi di polizia stradale, dei vigili del fuoco, dei servizi di soccorso, nonché di quelli adibiti al servizio di persone con limitata o impedita capacità motoria».
Insomma, i politici non sono compresi nel provvedimento.
Ma Mascia già nei giorni ha ribadito che non c'è nulla di anomalo. «Ho firmato l'ordinanza a seguito della richiesta presentata dal presidente del consiglio regionale Nazario Pagano», ha spiegato. «Si tratta di posteggi riservati ai rappresentanti delle istituzioni. Sono solo quattro o cinque posti, non è una strada. Ma chi ha detto che il provvedimento è illegittimo? Prima di firmarlo ho richiesto informazioni ai miei dirigenti i quali mi hanno assicurato che l'atto rispetta le norme di legge».
Ma Del Vecchio e Di Nisio insistono: «il sindaco ha dato scarne, fumose e imprecise dichiarazioni.
Intanto lunedì scorso gli operai comunali hanno sistemato, in prossimità delle strisce gialle già presenti da qualche giorno, anche la cartellonistica verticale in cui si legge chiaramente «parcheggio riservato al consiglio- giunta Regione Abruzzo». E poi, poco più sotto: «la sosta è consentita nella fascia oraria 9.30-18 con obbligo di esposizione del tagliando autorizzativo rilasciato dalla direzione attività amministrative del Consiglio Regionale».
«Questo ennesimo gesto di menefreghismo frammisto ad un evidente abuso del proprio ruolo e delle proprie prerogative da parte del sindaco di Pescara», scrivono i due consiglieri a Trifuoggi e D'Antuono, «vogliamo sottoporre alla vostra attenzione affinché vogliano valutare l'esistenza di eventuali violazioni di diritti e di regole ed intervenire per il ripristino della legalità».

17/06/2010 10.34
[pagebreak]

STOP ALLA SOSTA SUI MARCIAPIEDI

PESCARA. Stop alla sosta delle auto sul marciapiede lato mare della riviera nord, nel tratto compreso tra la Rotonda Paolucci, dunque all'altezza di via Cavour, e il confine con Montesilvano.
Con un'ordinanza firmata già nella serata di ieri è infatti stato definitivamente revocato il provvedimento adottato la scorsa estate dall'amministrazione comunale in via d'urgenza per fronteggiare la grave carenza di posti auto nel periodo clou della stagione balneare.
Per sabato prossimo, 19 giugno, è prevista anche l'attivazione dei mille posti reperiti nelle aree private a ridosso delle Naiadi.
Lo ha annunciato l'assessore alla Mobilità Berardino Fiorilli ufficializzando l'ordinanza.
«Come previsto», ha detto l'assessore, «quello appena trascorso è stato l'ultimo fine settimana in cui abbiamo permesso ai bagnanti di utilizzare i parcheggi esistenti sul marciapiede lato mare della riviera».
Da stamattina sul posto ci saranno le pattuglie della Polizia municipale a impedire agli automobilisti di salire con la vettura sul marciapiede, indicando le aree di sosta più vicine, e sanzionando coloro che violeranno la nuova ordinanza.
I parcheggi (uno a ridosso delle Naiadi, un secondo all'interno dell'ex Enaip, all'incirca all'altezza dello stabilimento Orsa Maggiore, e un terzo in via Ruggero Settimo) saranno aperti a partire da sabato prossimo ogni giorno, dalle 8 alle 20, applicando la tariffa di 1,50 euro per l'intera giornata.
Resta invece concessa la sosta sui marciapiedi, in presenza della relativa segnaletica, alle vetture a servizio di persone invalide, Forze di Polizia, taxi, mezzi di soccorso e mezzi che effettuano le operazioni di carico e scarico delle merci.

17/06/2010 9.55