Tribunale Chieti: 6,7 mln di euro per la sicurezza

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1092

Tribunale Chieti: 6,7 mln di euro per la sicurezza
CHIETI. Un progetto da 6,7 milioni di euro per la messa in sicurezza del Tribunale di Chieti è stato presentato a Gianni Chiodi dal presidente Di Giuseppantonio e dall'assessore Di Prinzio


Il presidente Enrico Di Giuseppantonio, l'assessore all'Edilizia e Protezione Civile, Donatello Di Prinzio, e il dirigente di settore, Nicola Pasquini, hanno incontrato a Pescara il presidente della Giunta regionale, Gianni Chiodi, per presentargli il progetto preliminare avanzato per la ristrutturazione e l'adeguamento sismico del palazzo di piazza San Giustino, sede del Tribunale di Chieti, ora parzialmente inagibile.
Il progetto, realizzato dal Settore Edilizia della Provincia, prevede una spesa di 6,7 milioni di euro, per la messa in sicurezza totale dell'intero edificio, al fine di poter tornare ad ospitare tutti gli uffici giudiziari, molti dei quali ora sono dislocati in via Arniense, nella sede concessa dalla Provincia all'amministrazione giudiziaria.
«Il presidente Chiodi – ha riferito il presidente Di Giuseppantonio al termine dell'incontro – si è espresso favorevolmente nei confronti di questo progetto ed insieme abbiamo fatto il punto sulla necessità di reperire al più presto i fondi necessari per far partire i lavori: sarà prioritario puntare ai fondi per la ricostruzione post-terremoto dei Comuni fuori dal cratere e per questo insieme al governatore e al sindaco Umberto Di Primio l'assessore Di Prinzio sarà a Roma nei prossimi giorni per un incontro al Ministero di Grazia e Giustizia. Parallelamente, la Provincia ha già avviato un confronto con il Comune e la Regione per la realizzazione della cosiddetta “Cittadella della Giustizia”».
Di Giuseppantonio ha incontrato nei giorni scorsi il sindaco Di Primio, l'assessore regionale Mauro Febbo ed il senatore Fabrizio Di Stefano per un primo giro d'orizzonte sulla questione.
«Fortunatamente», ha detto il presidente, «il grande sacrificio che la Provincia ha messo in atto nei mesi scorsi, concedendo al tribunale l'intero edificio di via Arniense, che ospitava numerosi ed importanti settori dell'amministrazione provinciale, si è rivelato fondamentale per consentire alla giustizia di continuare il suo lavoro senza disagi per gli utenti».
«A breve – ha chiosato l'assessore Di Prinzio – riconvocheremo il tavolo con il presidente del tribunale, il Comune, il Ministero e i tecnici per valutare le risposte che arriveranno da Roma e proseguire nel lavoro di progettazione».

16/06/2010 15.53