Arrestati a Pescara tre romeni per rapina

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1627

PESCARA. Momenti di tensione sabato sera presso il negozio Angel di via Firenze. * A MONTESILVANO SEQUESTRATE NOVE AUTO SENZA ASSICURAZIONE

Poco prima della chiusura un uomo e una donna, di origine romena, sono entrati all'interno dell'esercizio commerciale e, approfittando di una momentanea assenza del proprietario, hanno prelevato da sopra il bancone della vendita, un borsello, contenente denaro e documenti personali.
Il proprietario del negozio, con l'aiuto di altri due esercenti, è riuscito a recuperare il borsello cercando di bloccare i malfattori.
Questi, però, prima di darsi alla fuga, con l'aiuto di un complice, hanno reagito con violenza e hanno aggredito il titolare del negozio e le altre due persone accorse in suo aiuto, costringendoli alle cure mediche presso il Pronto Soccorso dell'Ospedale, per le percosse subite.
Gli agenti intervenuti, acquisite le descrizioni delle tre persone, soprattutto quella riguardante i tratti somatici e i capi d'abbigliamento indossati, hanno iniziato le ricerche, concentrandosi soprattutto nell'area di risulta della ex stazione ferroviaria, in quanto i tre erano stati visti dirigersi in quella direzione.

Insieme, il personale del Corpo Forestale e della Squadra Volante, gli agenti hanno trovato i tre che sono stati riconosciuti e arrestati.
I due uomini hanno precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, mentre la donna non risulta essere mai stati denunciata oppure arrestata.
14/06/2010 16.31

[pagebreak]

A MONTESILVANO SEQUESTRATE NOVE AUTO SENZA ASSICURAZIONE

MONTESILVANO. All'alba di questa mattina la Polizia Municipale di Montesilvano, guidata dal comandante Antonella Marsiglia, dopo reiterate segnalazioni da parte di cittadini residenti in via Rimini, si è recata sul posto per un'operazione relativa ad infrazioni del codice stradale su alcune vetture sprovviste di tagliando assicurative.
Le vetture, al momento ferme in via Rimini, circolavano puntualmente senza assicurazione trasgredendo l'Articolo 193 del Codice della strada, sono state prelevate contravvenzioni di oltre 700 euro a ciascuna automobile, prelevate e portate all'officina D'Annibale in via Cavallotti.
Nel corso della stessa mattinata è stata chiamata l'Ecoemme per rimuovere alcuni materiali di risulta depositati: legni, suppellettili, calcinacci, elettrodomestici dismessi ed altro. All'operazione hanno preso parte sei agenti diretti dal tenente Pasquale Castorani.
In tutto un autocarro e otto autovetture in parte di proprietà dei rom residenti nella zona.
Un plauso alla Polizia Municipale da parte del consigliere delegato alle Politiche della casa Ottavio De Martinis: «Anche all'interno dell'ufficio preposto ogni giorno si presentavano cittadini, che lamentavano le problematiche inerenti alla sicurezza stradale e alla presenza di scarichi abusivi di materiale ingombranti in tutto il quartiere popolare di via Rimini.
Un ringraziamento al tempestivo intervento della Polizia Municipale, che si è adoperata al ripristino delle regole e della legalità, priorità da sempre di questa Amministrazione comunale».

14/06/2010 16.31