Dramma della gelosia a Roseto, accoltella l'amante della moglie

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2939

ROSETO. Erano da poco passate le 19 di ieri quando a Roseto si è sfiorata la tragedia. * ARRESTATO UCRAINO PER SEQUESTRO E LESIONI VOLONTARIE
Fausto Prosperi, un uomo di 39 anni ha scoperto che la moglie 44enne di origine cubana, lo tradiva con S.P. 66enne dell'Aquila, che dopo il terremoto del 6 aprile si è trasferito a Roseto.
L'uomo, in preda alla follia, ieri pomeriggio ha deciso di farsi giustizia da solo ed ha tentato di eliminare il rivale in amore.
Lo ha atteso all'uscita della sua abitazione ed alla presenza anche della moglie lo ha aggredito.
Ne è nata una colluttazione nel corso della quale Prosperi ha inferto 4 fendenti con un coltello da cucina con una lama di 17 centimetri, all'indirizzo del rivale.
La vittima, nell'estremo tentativo di difendersi, è stato ferito al braccio ed alla mano destra.
L'uomo è caduto a terra in un lago di sangue, mentre l'aggressore con i vestiti sporchi di sangue è scappato per le vie del centro.
La scena non è passata inosservata a molti residenti che hanno segnalato l'accaduto ai Carabinieri. E' scattata la caccia all'uomo che si è conclusa dopo pochi minuti con la cattura del responsabile ed il recupero dell'arma del delitto, poi sequestrata.
Intanto la vittima è stata trasportata presso l'Ospedale Civile di Giulianova dove si trova ricoverato, con una prognosi di circa 30 giorni.
I Carabinieri hanno ascoltato le parti ed alcuni testimoni che hanno assistito al fatto, procedendo al termine delle rapide indagini, condotte dagli uomini di Roseto degli Abruzzi unitamente a quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile di Giulianova, all'arresto di Prosperi che ora si trova ristretto presso la Casa Circondariale di Teramo a disposizione della competente autorità giudiziaria.

12/06/2010 9.43

[pagebreak]

ARRESTATO UCRAINO PER SEQUESTRO E LESIONI VOLONTARIE

SILVI. Un giovane ucraino, Ivanyuk Yuriy 22 enne di a Silvi, dovrà rispondere di reati pesanti quali il sequestro di persona e di lesioni volontarie.
I militari della Stazione di Silvi lo hanno arrestato all'interno della sua abitazione dopo che si era asserragliato con una prostituta con la quale aveva avuto un rapporto sessuale.
Ma il giovane voleva trascorrere tutta la notte con la donna, ma questa dopo la sua prestazione voleva lasciare la casa.
A quel punto, secondo la ricostruzione fatta dai militari, l'ucraino è passato alle vie di fatto afferrando la donna al collo scaraventandola sul letto e chiudendo con più mandate la porta di ingresso.
A quel punto la vittima dopo una colluttazione con l'uomo è riuscita a prendere il proprio cellulare ed ha chiamato i carabinieri fornendo loro una sommaria descrizione del posto dove si trovavano.
I militari giunti sul posto sono riusciti ad entrare in casa ed hanno immediatamente ammanettato l'uomo mentre la donna è stata trasportata al pronto soccorso di Atri.
Ivanyuk dopo il suo arresto è stato trasferito presso il carcere di Castrogno a disposizione del sostituto procuratore Auriemma.
I Carabinieri fanno notare che l'operazione “Non Solo Affitti” tende a far cambiare gli scenari della prostituzione.
Infatti le squillo non riuscendo a reperire appartamenti sul territorio, tendono ad accordare “prestazioni a domicilio”, soprattutto con uomini che vivono soli.

12/06/2010 15.07