Al via cantiere ex mercato coperto. A fine anno nuovo centro polifunzionale

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

1044

PESCARA. Entro fine anno sarà inaugurato il nuovo Centro culturale Polifunzionale che l’amministrazione ha appaltato nel cuore del quartiere Cep San Donato, al posto dell’ex mercato coperto.


L'edificio si trova in via Rio Sparto, in adiacenza della chiesa e in prossimità dell'ex sede del quartiere, in via Rubicone, e del Parco San Donato.
L'idea, partita con la passata amministrazione e che il governo di centrodestra ha rilanciato portando a termine l'iter, è stata a questo punto quella di realizzare un Centro culturale polifunzionale, non un semplice centro sociale per anziani, ma piuttosto un mini ‘Palaeventi', un punto adeguato a ospitare manifestazioni, iniziative di richiamo per la zona.
L'edificio può contare su una superficie di 520 metri quadrati su un unico livello, per un volume complessivo pari a 2.240 metri cubi, con un'area esterna di circa 3.700 metri quadrati, di cui 1.800 metri quadrati destinati a verde.
«I nostri uffici – ha spiegato il sindaco Albore Mascia - hanno redatto il progetto, per un costo complessivo pari a 603mila 126 euro, di cui 405mila per i lavori».
L'appalto è stato affidato all'impresa Catenacci Tecno Impianti Srl de L'Aquila, che ha offerto un ribasso del 10 per cento, dunque si è aggiudicata l'appalto per 325mila 741 euro.
Il Responsabile unico del procedimento, il geometra Ballone, ha effettuato la consegna delle opere con l'apertura del cantiere.
Sorgeranno così 5 uffici, una sala multimediale, una sala polifunzionale e locali igienici di servizio.
Non solo: un'opera è già stata realizzata, ossia l'installazione di un impianto solare e fotovoltaico, finanziato con fondi Fesr nell'ambito del progetto Enersun, impianto che entrerà in funzione una volta ultimati i lavori di riqualificazione e riconversione. L'impianto fotovoltaico produrrà energia elettrica, con una potenza di 16 Kilowatt con due tecnologie: la prima è dotata di un impianto che, telecomandato, ruota per intercettare i raggi solari.
L'energia prodotta dai pannelli verrà gestita attraverso un contratto di scambio sul posto con l'Enel, per cui tutta l'energia prodotta sarà immessa in rete e verrà utilizzata dalla struttura stessa abbattendo i costi energetici.
Allo stesso modo l'impianto solare termico capta i raggi solari scaldando il fluido contenuto che circola in un impianto a circuito chiuso.
«I lavori edili prevedono invece – ha proseguito il sindaco Albore Mascia - il consolidamento delle strutture portanti, la rimozione dei vecchi banchi di vendita, la demolizione dei tramezzi esistenti, la sostituzione degli infissi, la realizzazione dei nuovi corpi sul lato est e ovest, di controsoffittature fonoassorbenti, della nuova pavimentazione con la divisione dei locali».
La sala Internet Point verrà dotata di tutta la tecnologia necessaria, Adsl e collegamenti veloci, e nella sala polifunzionale è prevista anche una postazione con un palco per eventi musicali, con tavoli conferenze.
La struttura sarà dotata anche di un impianto di videosorveglianza, per rendere protetto e sicuro il fabbricato.
I tempi di conclusione dell'intervento sono stimati in 200 giorni.
L'iniziativa, secondo il consigliere provinciale Gianni Teodoro, «è un chiaro elemento di novità rispetto al passato e soprattutto rappresenta una risposta concreta alle esigenze della cittadinanza».

11/06/2010 9.26