Verona- Pescara: 11 arresti dopo la partita, 8 sono abruzzesi

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

2216


VERONA. E' di undici persone arrestate il bilancio dei tafferugli tra ultrà e Polizia durante la partita della finale dei playoff del campionato di Prima Divisione di Lega Pro tra Hellas Verona e Pescara.
Gli agenti della Digos domenica scorsa avevano arrestato in flagranza quattro supporters pescaresi, fermati direttamente allo stadio Bentegodi.
Gli sviluppi delle indagini, attraverso l'analisi dei filmati delle telecamere all'interno dello stadio, hanno portato a identificare ed arrestare altri sette tifosi: si tratta di altri quattro abruzzesi e di tre veronesi, accusati a vario titolo di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, rissa, lancio di oggetti.
Gli arresti si riferiscono a due distinti episodi avvenuti pochi minuti prima dell'inizio della partita e dopo il secondo gol del Pescara, quando i tifosi ospiti per insultare i veronesi hanno sfondato il cordone di protezione degli steward, costringendo i poliziotti ad intervenire.
Oggi al tribunale di Verona la direttissima per i tre ultras dell'Hellas, mentre per gli otto abruzzesi l'udienza di convalida è in programma a Pescara, con successivo invio degli atti alla Procura scaligera.
09/06/2010 17.22