Aeroporti: piccoli in crescita. Quello abruzzese segna +3,1%

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

1024

ABRUZZO. Piste di decollo e di atterraggio sempre più affollate e aerei sempre più pieni. Accade nei piccoli aeroporti italiani, da Foggia a Trapani, da Taranto a Cuneo che, in controtendenza rispetto ai grandi scali nazionali dove spiccano molti segni meno, registrano numeri in crescita sia per i movimenti degli aerei commerciali sia per i passeggeri trasportati.


E' la riscossa dei piccoli. Tra questi anche lo scalo pescarese che tuttavia pur nel pieno segno positivo è tra quelli con l'incremento più basso.
Nel 2009, secondo i dati sul traffico negli scali italiani pubblicati dall'Enac, Foggia, che con 4.697 movimenti aerei commerciali complessivi si è classificata al 32esimo posto tra i 48 aeroporti nazionali (Fiumicino, la prima in classifica, ne ha 318.849), ha registrato il maggior incremento rispetto all'anno precedente, +61,1%. Seguita da Trapani che, con i suoi 9.865 movimenti e il 25esimo posto in classifica, segna un buon +40,1% rispetto al 2008. Positiva anche la performance di un altro scalo pugliese, Taranto, dove i movimenti, che nel 2009 sono stati appena 194 (44esimo posto in classifica), sono aumentati del 35,7%. Movimenti in aumento, anche se più contenuti, anche in altri scali minori come Lampedusa (+27,9%), Rimini (+17,9%), Olbia (+11,6%), Treviso (+10,6%), Lamezia Terme (+8,5%), Alghero (+7,6%), Cagliari (+6,6%), Siena (+6,1%), Pescara (+2,7%). I piccoli scali registrano numeri in aumento anche sul fronte dei passeggeri.
Il miglior risultato spetta ancora all'aeroporto di Foggia, al 36esimo posto per il numero totale di passeggeri trasportati sui servizi aerei commerciali (67.518 contro gli oltre 33 milioni della prima in classifica, Fiumicino), che ha registrato un incremento del 131% rispetto al 2008. Raddoppia i propri passeggeri anche Trapani (+101,4%), che ne conta 1.069.019 (23esimo scalo per numero passeggeri). Aumenti a due cifre hanno interessato anche gli scali di Cuneo (136.860 passeggeri, +59%) e Siena (1.055 passeggeri, +32,2%). Segno più anche per molti altri piccoli scali: Cagliari (+13,4%), Brindisi (+13,2%), Lamezia Terme (+9,1%), Alghero (+8,7%), Ancona (+4,4%), Treviso (+3,6%), Pescara (+3,1%), Lampedusa (+2%). Quello che accade nei piccoli aeroporti è in controtendenza rispetto alla situazione dei grandi scali nazionali. Fiumicino, Malpensa e Linate, sul podio della classifica Enac sia per numero totale di movimenti aerei commerciali, sia per numero totale di passeggeri trasportati sui servizi aerei commerciali, segnano infatti variazioni negative rispetto al 2008. Per l'aeroporto romano i movimenti sono diminuiti del 6,5% e i passeggeri del 4%. Segni meno anche nei due scali milanesi: a Malpensa i movimenti segnano -13,9%, i passeggeri -8,8%; a Linate i cali sono rispettivamente del 3,2% e del 10,5%. Tra gli scali maggiori fanno eccezione Bologna, dove aumentano sia i movimenti (+3,6%) che i passeggeri (+15,5%), Palermo dove crescono i movimenti (+4,8%), e Bergamo dove aumentano i passeggeri (+9,7%).
07/06/2010 11.48