Arriva il primo impianto fotovoltaico a Crecchio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2368

CRECCHIO. Con provvedimento della Regione Abruzzo il Comune di Crecchio è stato autorizzato ad avvalersi dell’autorizzazione generalizzata per la realizzazione e messa in esercizio di un impianto fotovoltaico di potenza pari a 0,99781 MWp in località “Villa Tucci”.



Quello di Crecchio è tra i primissimi provvedimenti firmati in Abruzzo in base alle nuove linee guida regionali per l'attivazione e l'ottenimento degli incentivi “Conto Energia” che vuole dare un nuovo impulso allo sviluppo delle fonti rinnovabili. Gli incentivi hanno infatti scatenato una vera e propria rincorsa da parte di moltissime ditte del settore che hanno depositato in Regione la loro richiesta di installazione di nuovi impianti.
Il progetto definitivo, approvato con deliberazione della Giunta Comunale numero 50 del 17 maggio scorso, è stato redatto dall'ingegner Antonio Scutti di Perano, dell'importo totale di oltre 4 milioni di euro.
«Al finanziamento dell'opera», ha spiegato il sindaco Nicolino Di Paolo, «si provvederà attraverso lo strumento del “Finanziamento Tramite Terzi” mediante investimenti privati da compensare con la cessione al “Realizzatore - gestore” del diritto di superficie sul terreno, nonché il contributo di cui al “Conto Energia” erogato dal GSE (Gestore Servizio Elettrico) per un periodo di venti anni».
Il Comune di Crecchio, una volta acquisito da parte dei privati il diritto di superficie dei suoli per un totale di 34.690 metri quadrati ha concesso la progettazione, realizzazione e gestione dell'impianto fotovoltaico, alla ditta GransolarGhella s.r.l., di Roma, la quale verserà per venti anni nelle casse comunali un minimo garantito di 75.000 euro annui, «risanando dal 2011 il disastroso bilancio comunale ereditato».
«Questo straordinario risultato», ha spiegato il primo cittadino, «ottenuto in tempi brevissimi, da una amministrazione comunale in carica solo dal giugno 2009, è merito della competenza, professionalità, tenacia e determinazione del progettista Antonio Scutti di Perano, che ha curato anche tutto l'iter tecnico-procedurale per addivenire all'acquisizione dei molteplici pareri degli Enti competenti, insieme al Responsabile dell'Area Tecnica, Giulio Saraceni, che con passione, serietà, trasparenza e tempestività presta servizio, da solo, nell'Ufficio Tecnico di Crecchio da oltre venti anni».
E questo, annuncia il sindaco, «è solo l'inizio, in quanto sono già state attivate le richieste di connessione all'Enel per altri quattro impianti, due da 1 MW e due da 200 KW».
Come detto una vera e propria rincorsa a fonti energetiche rinnovabili che vengono reputate tuttavia appetibili soprattuto dai piccoli centri proprio per le entrate straordinarie di bilancio che generano.
Altro problema (per ora solo all'orizzonte) è il consumo di territorio e l'eventuale impatto visivo degli impianti che potrebbero estendersi per intere vallate o colline. Alcuni coltivatori, inoltre, considerata la grave e profonda crisi dell'agricoltura stanno valutando le ipotesi di sostituire le coltivazioni con i pannelli fotovoltaici che pare siano molto più redditizi.
05/06/2010 9.23