Ex Onpi, pubblicato bando per la sistemazione dei locali

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

1551

L’AQUILA. Proseguiranno a breve gli interventi per la sistemazione della casa albergo ex Onpi, la struttura del quartiere del Torrione gestita dall’istituzione Centro servizi anziani che eroga servizi in favore della terza età.


A seguito di un'intesa sottoscritta con il Comune dell'Aquila, il provveditorato alle Opere pubbliche di Lazio, Abruzzo e Sardegna ha pubblicato il bando per i lavori di ristrutturazione della zona bar, del ristorante e della cucina. L'importo a base d'asta è di circa 477mila euro e i termini per presentare la domanda per partecipare alla gara scadranno il 29 giugno. Per il giorno successivo è prevista l'apertura delle buste. L'impresa aggiudicataria avrà tre mesi di tempo per completare le opere, che seguono quelle già attuate per le verifiche strutturali e per la messa in sicurezza.
«Ciò vuol dire – ha commentato il sindaco Massimo Cialente – che in autunno la residenza alberghiera comincerà a essere di nuovo operativa e questo è un risultato da considerare di spessore e reso possibile grazie all'impegno della Municipalità e del provveditorato alle Opere pubbliche, che si è distinto nella fase di ricostruzione post terremoto per una serie di lavori importantissimi, tra cui quelli sulle scuole».
Cialente ha sottolineato come la casa albergo costituisce una delle priorità dell'amministrazione comunale «per ritornare agli standard dei servizi effettuati prima del sisma, anzi, per rafforzarne le capacità. Basti pensare che le iniziative essenziali per gli anziani non sono mai state interrotte, e sono stati assicurati subito dopo il sisma da varie sedi temporanee, e che il 14 settembre scorso, ad appena 5 mesi dal sisma, sono stati riaperti gli uffici».
«Con una delle normative emesse per far fronte ai danni causati dal sisma – ha proseguito il sindaco dell'Aquila – Comune e istituzione sono riusciti a canalizzare un finanziamento di 4 milioni di euro che porteranno, presto, al ripristino degli 80 posti letto destinati agli anziani autosufficienti e non autosufficienti (in parte o in tutto), nonché dei 28 posti letto per gli ospiti occasionali. Con l'ambizioso obiettivo di incrementare la parte residenziale di ulteriori 40 posti letto».
Cialente ha concluso ricordando che «sarà comunque dato seguito all'allestimento della residenza sanitaria assistita, con il finanziamento statale di 2 milioni di euro, per ulteriori 60 posti letto, di cui 12 riservati ai malati di Alzheimer. Ciò, rispettando un impegno e un programma già definiti prima del terremoto».

01/06/2010 14.46