Ripascimento, Pd: «ancora ritardi». Sospiri: «bando in dirittura d'arrivo»

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

2306

Ripascimento, Pd: «ancora ritardi». Sospiri: «bando in dirittura d'arrivo»
PESCARA. Una gara urgente per i lavori di ripascimento sulla costa pescarese. Per il Pd «troppi ritardi, l'assessore si dimetta». Per il Comune replica il capogruppo Pdl, Lorenzo Sospiri: «stiamo predisponendo la gara».



Una vera e propria emergenza a ridosso dell'estate e una proroga per effettuare nuovi lavori, così come chiesto dai balneatori per salvare la stagione turistica.
Dopo le mareggiate di due settimane fa nuovi lavori devono essere svolti prima che turisti e non affollino le spiagge.
Ma per il segretario cittadino del Pd, Stefano Casciano, tutto starebbe procedendo troppo lentamente: «l'assessore all'ambiente Isabella Del Trecco ha mentito ancora una volta in merito ai lavori da effettuare sul litorale di Pescara e, dunque, torniamo ancora una volta a chiedere a gran voce le sue dimissioni».
Del Trecco, ricorda Casciano, «aveva assicurato che sarebbe stata indetta una gara d'appalto d'urgenza per individuare una ditta che non solo effettuasse i lavori, ma che fornisse anche la sabbia necessaria per effettuare interventi di ripristino dei tratti di litorale colpiti dall´erosione. Ad oggi, però, la gara non è ancora pronta».
E se l´ufficio Demanio marittimo della giunta regionale ha dichiarato di essere disponibile a concedere un'eventuale proroga per l´effettuazione di lavori di somma urgenza mirati al ripristino dei tratti di costa colpiti dall´erosione e dai danni causati dalle recenti mareggiate, secondo l'esponente del Pd il Comune non avrebbe neanche avviato la richiesta.
«Tutto questo è inaccettabile. Ancora una volta questa amministrazione si mette in mostra per incapacità e inoperosità».
Rassicurazioni arrivano però sulla vicenda non dall'assessore competente Del Trecco ma dal capogruppo del Pdl, Lorenzo Sospiri che spiega: «il Comune sta preparando la procedura per la gara per effettuare il ripascimento del litorale sud. Quella di Casciano è una polemica sterile, inutile e fuori tempo».
Per Sospiri la procedura «richiede necessariamente dei passaggi tecnici per la preparazione delle carte, per la redazione del bando e la sua pubblicazione, un bando che dovrà ovviamente essere perfetto in tutte le sue parti. Nel frattempo il dirigente comunale di settore sta riaprendo il discorso con l'Azienda del Porto Turistico per verificare anche l'eventuale disponibilità ad avviare in via d'urgenza il dragaggio del porto stesso per consentirci di far decantare la sabbia e utilizzarla sull'arenile».

01/06/10 10.05