Mancato rinnovo Cda. La minoranza firma un esposto contro Di Primio

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

1869

CHIETI. Il consigliere comunale del Pd di Chieti ed ex sindaco Francesco Ricci è il primo firmatario, assieme ad altri 11 ex consiglieri di Minoranza, di un esposto denuncia.


Il documento è stato inviato al difensore civico regionale e alla Procura della Repubblica del capoluogo teatino per chiedere che il primo proceda, con i poteri sostitutivi che gli sono propri, alla ricostrituzione dei consigli di amministrazione dell'Azienda speciale "Chieti Solidale" e della società a capitale interamente pubblico "Teateservizi".
Nell'esposto denuncia si sottolinea che il nuovo sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, si è insediato nella giornata del 2 aprile scorso ed i consigli di amministrazione dei due enti andavano ricostituiti inderogabilmente entro 45 giorni dalla data di insediamento.
I consiglieri di minoranza evidenziano anche che la mancata ricostituzione dell'organo di amminstrazione decaduto "ope legis", oltre a provocare l'intervento sostitutivo del Difesnore civico, comporta la nullità di tutti gli atti eventualmente deliberati da parte dei Consigli di amministazaione con tutte le possibili conseguenze di carattere amministrativo, contabikle e patrimoniale.
Al Procuratore della Repubblica la Minoranza chiede di verificare se nel comportamento del Sindaco di Chieti e del Presidente dell'organo consiliare si possano rinvenire profili di illiceità penalmente rilevanti.
La causa del'inerzia è rilevata, nell'esposto, da motivi politici e da mancati accordi nella maggioranza di governo.

29/05/2010 10.25