Immigrazione: 125 persone denunciate dalla Polizia di Teramo

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

912

TERAMO. Sono in totale 125 le persone italiane e straniere denunciate a piede libero dagli agenti della squadra mobile e dell'ufficio immigrazione della questura di Teramo.



E' l'esito di una indagine che ha passato al setaccio circa un centinaio di domande presentate per la cosiddetta emersione dei cittadini extracomunitari.
Tra le persone denunciate ci sono anche un 43enne ex dipendente di patronato e attuale consulente del lavoro di Martinsicuro e un 32enne amministratore di una cooperativa sociale.
Secondo quanto accertato dalla polizia, i due e alcuni cittadini di nazionalità perlopiù cinese, riuscivano a gestire le pratiche di regolarizzazione di colf e badanti da presentare nei termini del 30 settembre, dietro pagamento di somme tra i 1.500 e i 6.000 euro.
L'indagine avrebbe accertato l'esistenza di clamorosi casi di falso, identificando domestici impegnati in lavori agricoli nei campi o come muratori in cantiere, o pensionati o non autosufficienti che avevano alle dipendenze fino a 6 badanti oppure ancora datori di lavoro completamente all'oscuro di aver assunto alle proprie dipendenze stranieri.
In molti casi infatti, chi aveva formato le pratiche aveva utilizzato arbitrariamente dati personali di imprenditori ignari e le pratiche erano completamente false.
Per tutti è scattata la denuncia per reati che vanno dal favoreggiamento alla permanenza sul territorio dello Stato di cittadini extracomunitari al fine di profitto e per falsità ideologica e materiale commessa da privato. Secondo alcuni dati forniti dalla questura, sono state 965 le domande di emersione presentate a Teramo, 614 i permessi già rilasciati, 62 quelli rigettati.
28/05/2010 17.40