Villa Delfico, blitz di vigili e tecnici comunali per riprendersi l'area

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1242

MONTESILVANO. Dopo le polemiche dei giorni scorsi il Comune entra in azione e si riappropria di Villa Delfico.


I tecnici comunali, la polizia municipale e una pattuglia di carabinieri questa mattina hanno dato l'avvio all'interno del parco di Villa Delfico alla rimozione delle recinzioni da parte di abusivi, che nel corso degli anni avevano adoperato impropriamente degli spazi di terra per le proprie coltivazioni.
Gli otto abusivi rivendicavano l'usocapione dell'area nei confronti degli ex proprietari (Casa Santa di Sulmona).
All'interno delle recinzioni rimosse anche la presenza di baracche costruite abusivamente, alcuni abusivi hanno opposto resistenza, altri hanno lasciato che le ruspe della ditta Edil T.M. di Montesilvano diretti dai geometri comunali Antonella Cecamore e Salvatore Tasso, responsabili del procedimento.
Con questa operazione avvenuta tramite un decreto di esproprio l'amministrazione comunale ha acquisito la proprietà e il possesso di Villa Delfico.
I lavori del recupero dell'edificio inizieranno a fine estate, la prossima settimana i vincitori del bando di concorso dello studio Vandelli torneranno sul posto per il rilievo definitivo.
L'area, parco compreso, misura un ettaro, i terreni coltivati abusivamente si estendevano per circa 6.000 metri quadrati.
«Con l'operazione effettuata dalle forze dell'ordine e dai tecnici comunali, ai quali va il mio ringraziamento il parco e la villa sono a questo punto interamente dell'amministrazione comunale – ha spiegato il sindaco Cordoma –, che penserà a restituire alla città un importante polo culturale».

27/05/2010 9.04