Cinque per mille, si candida anche il Comune di Montesilvano

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

1184

MONTESILVANO. Per aiutare le persone licenziate, in mobilità o Cassa Integrazione Guadagni il Comune di Montesilvano ha promosso una nuova iniziativa che prevede la contribuzione del cinque per mille sull'aliquota Irpef.

La proposta, in giunta, è arrivata dall'assessore alle finanze Emidio Di Felice, che ha ricordato che questo intervento va ad aggiungersi ad uno stanziamento di 40.000 euro già previsto dal Comune nel bilancio di previsione 2010 per garantire un sostegno ai soggetti svantaggiati o comunque a famiglie monoreddito di lavoratori licenziati, o interessati da procedure di mobilità o posti in Cassa Integrazione Guadagni.
«Invitiamo tutti a raccogliere l'invito lanciato dal Comune e a destinare il cinque per mille all'amministrazione per finanziare questo progetto. Il gesto che chiediamo ai cittadini di Montesilvano ha un valore elevatissimo, ma è semplice e gratuito - dice il sindaco Pasquale Cordoma».
«Questo è un bel modo per creare solidarietà e per sostenere chi si trova in serie difficoltà economiche», prosegue l'assessore Di Felice.
Nella prossima dichiarazione dei redditi sarà sufficiente indicare la dicitura “progetto disagio sociale lavoratori licenziati", inserendo la firma e il codice fiscale dell'ente comunale “09193460680” (nel primo riquadro nell'area a sostegno delle organizzazioni non lucrative).
«Così facendo - conclude l'assessore - daremo un aiuto concreto a chi si trova in difficoltà. Il nostro appello va anche ai commercialisti e patrocinati che si occupano materialmente della compilazione della dichiarazione dei redditi tramite Unico 730, affinché sensibilizzino i cittadini a contribuire a questa iniziativa».

22/05/2010 9.35