Comune Pescasseroli: coordinamento interforze per abusivismo edilizio

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

899

PESCASSEROLI. Abusivismo edilizio in area Perco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise nel territorio comunale di Pescasseroli.


Questo il tema dell'incontro tenuto questa mattina nella sede municipale della cittadina montana su iniziativa del sindaco, Nunzio Finamore, al quale hanno partecipato Carabinieri, Corpo Forestale dello Stato, Polizia Locale e Guardie del Pnalm.
Tra gli argomenti la previsione di un coordinamento delle forze di polizia che operano sul territorio, attuabile attraverso l'interscambio di dati e la sinergia che vada a sopperire alle carenze di organico.
In particolare e' emerso che la principale forma di violazione delle norme in materia edilizia e urbanistica e' relativa alle difformita' parziali da regolari permessi a costruire.
Questo tipo di accertamenti richiedono un maggiore dispendio di tempo ed energie da parte degli operatori di polizia, in quanto per rilevarli e' fondamentale acquisire le documentazioni che costituiscono il titolo legittimo e confrontarle con quanto effettivamente costruito e rilevato in sede di sopralluogo, spesso coinvolgendo tecnici del settore.
Una delle novita' emerse per un piu' efficace controllo sulla rispondenza delle opere eseguite nei cantieri, quella della tracciabilita' degli inerti da demolizioni. Infatti, come prevede il D. Lgs. 152/2006, art. 193, comma 1, deve essere compilato il F.I.R. (formulario di identificazione del rifiuto), documento prodotto in quadruplice copia di cui una deve essere trattenuta dal produttore/detentore (impresa esecutrice o committente dei lavori). Questo controllo, tra ufficio tecnico comunale e ufficio di polizia locale, consentira' di verificare i volumi e le tipologie di materiali conferiti a smaltimento presso impianti autorizzati, ma soprattutto avra' valore di deterrente per gli abbandoni sui terreni a ridosso del centro abitato.
Il sindaco di Pescasseroli, Nunzio Finamore, al termine della seduta ha detto: «La riorganizzazione degli uffici comunali ha portato la nostra amministrazione a riallinearsi rispetto alla giacenza di pratiche inevase. Adesso lo sforzo e' quello di vigilare, prevenire e reprimere gli illeciti, principalmente in materia edilizia, in modo da evitare le successive istanze di concessione a sanatoria che bloccano l'iter giudiziario per eventuali acquisizioni o demolizioni in attesa delle sentenze».
Le forze coinvolte avranno anche il compito di vigilare sui pascoli abusivi, sui danneggiamenti del patrimonio pubblico e sull'omessa custodia degli animali, cani e cavalli in particolare.

20/05/2010 16.09