Prg Torrevecchia Teatina, l'opposizione porta le carte in Procura

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1280

TORREVECCHIA TEATINA. Questa sera alle ore 19 pubblico incontro del gruppo consiliare Il Girasole per relazionare sull’attuale stato di salute dell’amministrazione comunale.


Un incontro atteso, specialmente dopo l'animata seduta consiliare del 30 aprile scorso.
Una riunione che si terrà presso i locali delle Duchesse «per mancata ed inspiegabile autorizzazione», dicono dal Girasole, del Palazzo Valignani.
Proprio tale Palazzo è stato al centro di una questione legata al bilancio.
«Nel corso dell'ultimo consiglio comunale», racconta Nando Marinucci, «l'amministrazione Baboro ha approvato a bilancio una voce d'entrata che si è rivelata nel giro di tre giorni puramente inventata: un fitto di 3 mila euro mensili dall'università d'Annunzio per l'uso di tale Palazzo. L'università ha sbattuto la porta, riconsegnando le chiavi e chiudendo ogni rapporto con l'amministrazione comunale. Un bilancio dunque che dovrà essere rivisto e corretto per evidente squilibrio».
Ma ci sono anche altre questioni da dover discutere: la riunione prevede infatti ampio spazio alla variante al PRG.
«Si tratta di una variante ad personam», continua Marinucci, «per un solo cittadino che vedrà d'improvviso trasformato il proprio terreno da zona agricola a zona edificatoria per la realizzazione di sette ville. Incredibile la superficialità nella gestione degli strumenti urbanistici di certi amministratori che approvano nonostante i forti richiami alla legalità espressi dal gruppo d'opposizione. Non si capisce quali sono i veri motivi di una nuova variante al PRG dopo la sua approvazione nel settembre 2008 e soprattutto dopo aver portato a termine tutto l'iter fino al respingimento di numerose osservazioni dei cittadini, fra le quali anche quella del cittadino in questione per l'ampliamento in oggetto».
L'opposizione ha richiamato all'attenzione su questa fortissima contraddizione politica e tecnica. Un richiamo che si è rivelato totalmente inutile per una maggioranza già decisa all'approvazione.
Il gruppo consiliare d'opposizione ha già annunciato che invierà le carte alla Procura della Repubblica «per i rilievi di competenza».

14/05/2010 9.26