Divise per gli studenti, la rivoluzione parte da Miglianico

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

1599

MIGLIANICO. Studentesse e studenti dell’Istituto Comprensivo di Miglianico, forse già dal prossimo anno scolastico 2010/2011, avranno una propria divisa.

La decisione è stata adottata nei giorni scorsi all'unanimità dal Consiglio di Istituto – competente per le scuole dell'obbligo di Ari, Giuliano Teatino e Miglianico - che ha approvato il nuovo Regolamento d'Istituto.
In esso, su proposta del presidente, Maurizio Adezio, è stato inserito un articolo che prevede appunto l'obbligo per studentesse e studenti della scuola secondaria di primo grado (quella che comunemente è ancora chiamata scuola media) di andare a lezione con la divisa d'istituto. L'obbligo ovviamente vale anche per i bambini della scuola dell'infanzia e per gli scolarti della primaria, per i quali il grembiule è una consuetudine accettata ma che non era ancora espressamente indicata dal regolamento.
Resta da decidere quale sarà questa divisa. Infatti, assodato l'uso del grembiule per i più piccoli, esso non è certo ipotizzabile per i ragazzi delle medie. Sarà lo stesso Consiglio d'Istituto, nelle prossime sedute a valutare quale sarà la scelta migliore.
«Terremo conto – spiega il presidente del Consiglio d'Istituto, Maurizio Adezio – non solo della praticità e della economicità ma anche della qualità di questa divisa. Probabilmente coinvolgeremo gli stessi ragazzi per la scelta dei colori sociali di quella che sarà la loro squadra per tre anni. Personalmente immagino qualcosa tipo jeans e felpa per l'inverno e jeans più leggeri con una polo per i mesi caldi oltre a qualche t-shirt per le attività sportive. Porterò i bozzetti che ha già preparato come primo contributo alla scelta di questa nostra divisa.
Ho già anticipato», ha spiegato sempre Adezio, «la proposta di istituire una sorta di fondo di solidarietà per consentire la fornitura delle divise a ragazzi figli di famiglie bisognose e di immigrati. Chiederemo l'aiuto ai nostri Enti Locali sempre disponibili per la scuola – conclude ilo presidente del Consiglio d'Istituto, Maurizio Adezio - e anche a sponsor selezionati sulla base della qualità della loro esperienza e sulla asetticità del loro intervento nel settore della scuola dell'obbligo. E ci proponiamo di far realizzare le divise ad aziende abruzzesi, le più vicine possibili territorialmente, con tessuti valutati da esperti del settore e dai qualificatissimi medici pediatri del nostro territorio. Anche se non sarà facile, speriamo di poter concludere questo percorso entro la fine di quest'anno scolastico così de poter inaugurare il prossimo con una festa che segnerà un momento importante nella piccola storia di questa comunità scolastica».

12/05/2010 8.26