Pescara aspira alla presidenza del Forum Città dell'Adriatico

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1345

PESCARA. Pescara ha l’aspirazione e l’ambizione di tornare presto ad assumere la presidenza del Forum delle Città dell’Adriatico.

Lo ha annunciato il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia rientrato sabato scorso dalla missione a Spalato.
Presenti anche il sindaco di Trogin Damir Rilje, il vescovo di Spalato, monsignor Frane Franic, il presidente della Regione Anto Sonader e il sindaco di Ancona Fiorello Gramillano.
«Si è trattato di una presenza importante – ha sottolineato il sindaco Albore Mascia – che ci ha permesso di intrecciare rapporti istituzionali fondamentali considerando il ruolo che da sempre Pescara gioca in seno all'Adriatico, città che si pone come porta verso l'est e che da sempre guarda con interesse all'altra sponda».
Tra qualche settimana riprenderà anche il collegamento marittimo diretto con Spalato, attraverso la nave veloce della Snav.
«Quello è un collegamento», ha sottolineato il primo cittadino, «che siamo riusciti a salvare in extremis lo scorso autunno dopo che, dinanzi alle decine di difficoltà incontrate dalla Snav, la stessa compagnia aveva addirittura deciso di cancellare la linea».
E invece Pescara anche per la stagione 2010 avrà il suo collegamento con la Croazia, collegamento che dal prossimo anno andremo ad arricchire e intensificare.
Ad ottobre si tornerà a Spalato in occasione del vertice annuale del Forum delle Città dell'Adriatico di cui Pescara è parte integrante da oltre dieci anni.
«In quell'occasione – ha proseguito il sindaco Albore Mascia - confermeremo la nostra aspirazione a tornare presto ad assumere la presidenza del Forum. Pescara ha le capacità e le potenzialità per guidare il processo di sviluppo delle città dell'Adriatico, intrecciando relazioni fondamentali con il Mediterraneo nei trasporti, nel turismo, nello sport e nei rapporti commerciali. Lo abbiamo dimostrato lo scorso anno in occasione dei Giochi del Mediterraneo, una manifestazione di pace oltre che di grande sport, in cui abbiamo saputo riunire decine di popoli diversi all'insegna di valori comuni».

11/05/2010 10.42