Lavori pubblici, a Pescara partiti cinque nuovi cantieri

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1553

PESCARA. Cinque nuovi cantieri, per un investimento complessivo pari a 38mila euro e mezzo.



Sono quelli partiti ieri mattina in vari punti della città, affidati all'impresa Edil.Bar., aggiudicatrice dell'appalto da 591mila euro complessivi, e che verranno completati entro pochi giorni, riducendo dunque al minimo gli eventuali disagi per la città stessa. Salgono dunque a tredici le strade interessate dal rifacimento di manti d'asfalto, marciapiedi e segnaletica, opere attese da anni dalla cittadinanza.
Lo ha ufficializzato l'assessore ai Lavori pubblici Alfredo D'Ercole che stamane ha effettuato un sopralluogo presso le nuove aree d'intervento, per verificare l'apertura dei cantieri e, in alcuni casi, anche lo stato d'avanzamento delle opere.
«La macchina tecnica del Comune di Pescara prosegue a grandi passi il proprio cammino – ha sottolineato l'assessore D'Ercole – dallo scorso 4 febbraio abbiamo avviato l'apertura a raffica di cantieri per il rifacimento e il ripristino delle condizioni di sicurezza in 27 strade cittadine che da anni attendevano l'attenzione dell'amministrazione comunale».
Dopo via La Maielletta, via Monti Aurunci (già riaperte alle auto), via Canova, via Cadorna, via Solferino, via Filomusi Guelfi, la traversa di via Caravaggio e via Caduta del Forte, stamane sono scattati altri cinque cantieri: il primo in via Mafalda Di Savoia, nella zona nord della città, dove sono previsti la scarifica e il rifacimento dell'intera carreggiata stradale, per un investimento pari a 7mila 672 euro; contemporaneamente un'ulteriore squadra è intervenuta in via Monte Secine, una traversa di via Rigopiano, dov'è previsto il rifacimento della pavimentazione stradale, con una spesa pari a 4mila 576 euro; altri 9mila 85 euro verranno spesi per rifare la pavimentazione in via Monte Amaro, una traversa di via Ferrari.
Più complesso l'intervento previsto in via De Cesaris, nel primo tratto situato a ridosso di via Regina Margherita, con il rifacimento dell'asfalto stradale, di alcuni tratti di marciapiede con relativi cordoli, dell'impianto della pubblica illuminazione con l'installazione di due pali di arredo urbano dotati ciascuno di un unico proiettore, pali alti 8 metri, posti a una distanza di 10 metri l'uno dall'altro, con un investimento complessivo pari a 6mila 139 euro.
L'ultimo cantiere aperto ieri mattina è situato in via Maestri del Lavoro, nella zona dei Gesuiti, «una strada estremamente trafficata per la presenza di uffici pubblici, impianti sportivi e abitazioni, dove ugualmente – ha proseguito l'assessore D'Ercole - andremo a rifare il manto stradale, con una spesa di 11mila 64 euro. Tali interventi verranno conclusi entro pochi giorni: ai cittadini chiediamo ovviamente collaborazione per consentirci di portare a termine opere fondamentali per garantire la sicurezza dei nostri assi viari».
Nel frattempo sono partiti i controlli nei cantieri in corso «e in via Canova e via Cadorna i nostri uffici tecnici hanno rilevato delle difformità rispetto al progetto appaltato, con l'utilizzo di cordolature in travertino in alcuni punti scadenti e già frammentate, di tratti di asfalto mal realizzati, di chiusini ostruiti dal pietrisco e dal bitume e di bocche di lupo inadeguate per l'eventuale deflusso dell'acqua piovana – ha ancora aggiunto l'assessore D'Ercole -. Ovviamente abbiamo già inoltrato le dovute segnalazioni al Direttore dei Lavori per l'immediato ripristino delle opere».

06/05/2010 10.22