Torna, a Nereto, la Mostra Scambio di Radio d’Epoca

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2403

NERETO. E per questa edizione una novità: spazio a rari dischi in vinile e juke box d’epoca


Domenica 16 maggio, a Nereto, si svolgerà la XIX Mostra Scambio di Radio d'Epoca e delle Apparecchiature per Telecomunicazioni. L'evento si terrà nei locali ubicati in via Certosa – Zona Industriale -
La manifestazione è organizzata dalla sezione di Nereto dell'A.R.I. (Associazione Radioamatori Italiani). Alla Mostra Scambio neretese, una delle più importanti del genere e che negli anni passati ha ricevuto sempre notevolissimi consensi sia per il numero dei visitatori che dei tanti espositori, saranno presenti decine di standisti provenienti da tutta Italia e che hanno preannunciato la possibilità di godere della visione di vere e proprie “chicche” di assoluta rarità.
La finalità della Mostra è di promuovere il mondo della radio e delle telecomunicazioni, sia tra gli appassionati che tra i giovani, attraverso lo scambio di apparecchiature antiche e moderne, manuali, accessori e quant'altro appartenga al variegato settore delle trasmissioni via etere.
Nell'edizione di quest'anno ci sarà una novità di rilievo: uno spazio dedicato al mondo della musica, con presentazione al pubblico di rari dischi in vinile e di juke box che hanno fatto ballare diverse generazioni.
La manifestazione è aperta al pubblico, con ingresso libero e gratuito e si svolgerà dalle 9.00 alle 18.00. L'evento ha il Patrocinio del Comune di Nereto, che lo ha sponsorizzato sin dalla prima edizione.
La Mostra Scambio fa parte della storia della sezione A.R.I. di Nereto, che sin dalla sua istituzione è ricca di avvenimenti e iniziative. I soci radioamatori negli anni, non si sono dedicati soltanto alla promozione culturale della radio, ma si sono prodigati per dotare le contigue Vallate del Tronto, del Vibrata e del Salinello, di ponti di comunicazione che permettono di essere sempre in collegamento, anche nelle situazioni più critiche e pericolose, come, ad esempio, in caso di calamità naturali. L'A.R.I. di Nereto, nel recente passato, ha installato a Colonnella (TE) due ponti ricevitori (VHF_UHF) per la copertura radio completa delle vallate. Inoltre, la Sezione si è dotata di un impianto di ricezione televisivo satellitare e di tante altre apparecchiature ricetrasmittenti (UHF-VHF-HF) necessarie per il perfetto funzionamento del C.O.M. (Centro Operativo Misto). Queste strumentazioni, tutte al top della tecnologia attuale, sono usate anche a scopo didattico durante i corsi di preparazione agli esami per il conseguimento del patentino di Radioamatore.
Ma un altro importante traguardo sta per essere raggiunto dai Soci dell'A.R.I. Infatti a Nereto, e proprio grazie a loro, vedrà la luce, a breve, il “Museo della Radio”. La Regione Abruzzo ha ufficialmente riconosciuto l'istituzione museale e numerosi sono i cimeli catalogati, già pronti per essere esposti al pubblico. Si sta procedendo ad individuare appositi locali ove esporre la collezione. Il luogo prescelto è “Palazzo Cilli”, lungo Via Gramsci, stabile che prossimamente subirà un'opera di ristrutturazione, proprio per accogliere nel migliore dei modi questo così importante centro di aggregazione e cultura.

06/05/2010 9.15