Clima. Provincia di Teramo "buon esempio" in Europa

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2259

TERAMO. La Provincia di Teramo e quella di Chieti sono le uniche province in Europa dove tutti i Comuni hanno aderito al Patto dei Sindaci, il programma dell’Unione Europea per la lotta contro i cambiamenti climatici. * POLITICI E BICICLETTA, ABRUZZO SOSTENIBILE: «ANCHE A MONTESILVANO»
Il dato arriva da Bruxelles dove ieri, nella sede del parlamento Europeo, si è svolta la cerimonia solenne con la quale i primi cittadini dei Comuni europei che hanno aderito e i Presidenti delle Province accreditate come strutture di supporto, hanno sottoscritto il Patto.
«Un risultato straordinario tenuto conto del fatto che l'Unione Europea ha stanziato circa 150 milioni di euro per i progetti che riducono il consumo energetico», afferma da Bruxelles il presidente Valter Catarra che insieme all'assessore provinciale all'Ambiente, Francesco Marconi e ai rappresentanti istituzionali di sette Comuni teramani ha partecipato alla cerimonia di sottoscrizione ed è stato invitato dal Ministero dell'Ambiente a intervenire alla conferenza stampa organizzata a Bruxelles per presentare le “buone pratiche” italiane.
Oltre a supportare i Comuni gratuitamente per l'adesione al Patto e nella redazione dei piani per lo sviluppo delle energie rinnovabili e per il risparmio energetico, infatti, la Provincia ha messo in campo alcuni progetti specifici per contribuire alla riduzione delle emissioni: il servizio di Carpooling; “Mille tetti fotovoltaici”; il sistema di videoconferenza in ambiente web.
Con il carpooling, attraverso l'iscrizione ad un apposito portale che sarà gestito dalla Provincia, i cittadini potranno organizzarsi per condividere la propria autovettura privata con chi va nella stessa direzione: è uno degli ambiti di intervento per la mobilità sostenibile come il sistema di videoconferenza. In questo caso è stato progettato un sistema in ambiente web che consentirà a amministratori e dipedenti pubblici di svolgere riunioni o Conferenze di servizi o assemblee senza muoversi dal proprio luogo di lavoro. Infine, con il programma “mille tetti fotovoltaici” la Provincia, attraverso accordi con società private e istituti di credito, renderà possibile a costi contenuti e con crediti agevolati, l'installazione dei tetti fotovoltaici sulle case case private. Tutti i progetti saranno operativi prima dell'estate.
Ieri mattina, nel corso della conferenza stampa che si è svolta a Place De Luxemburg , convocata dal responsabile della Campagna SEE del Ministero dell'Ambiente, Antonio Lumicisi, Valter Catarra ha illustrato le iniziative dell'ente e il percorso adottato per raggiungere l'obiettivo di ridurre di oltre il 20% le emissioni inquinanti.
«Il supporto gratuito offerto dalla Provincia ai Comuni è stato determinante – ha dichiarato – perché soprattutto nelle piccole realtà non ci sono le risorse professionali e finanziarie per programmare e realizzare questo tipo di progetti».
Alla conferenza hanno partecipato anche Antonio Ciancian, Europarlamentare; Fabrizio Barbaso (direttore Energia – Commissione Europea); Corrado Clini (direttore generale del Ministero dell'Ambiente); Antonello Pezzini (Comitato sociale ed economico europeo); Ettore Pirovano, presidente della Provincia di Bergamo,
Il “ruolo fondamentale” svolto dalla Provincia di Teramo nel promuovere il Patto è stato riconosciuto anche dall'Upi e il prossimo 17 maggio, a Roma, nella sede dell'Unione delle Province, il presidente Valter Catarra, in qualità di coordinatore degli assessori provinciali alle Politiche Comunitarie, illustrerà il progetto del patto ma soprattutto il modello seguito per la sua piena attuazione.
«Il lavoro di questi mesi ha ottenuto riconoscimenti importati, non ultimo il ruolo assunto dalla Provincia di Teramo sia in Italia che in Europa rispetto a tutta la materia riguardante il risparmio energetico», dichiara l'assessore all'Ambiente Francesco Marconi che aggiunge: «il Ministero dell'Ambiente ci ha coinvolto in una serie di iniziative che si svolgeranno in tutta Italia per raccontare la nostra esperienza: siamo già stati a Comiso e il 14 maggio saremo a La Spezia».
A Bruxelles sono presenti anche i sindaci e gli assessori dei Comuni di Giulianova, Tortoreto, Roseto, Atri, Sant'Omero e Teramo.
05/05/2010 16.31

[pagebreak]

POLITICI E BICICLETTA, ABRUZZO SOSTENIBILE: «ANCHE A MONTESILVANO»

MONTESILVANO. Abruzzo Sostenibile commenta positivamente la notizia “dell'eco-giunta” di Teramo in merito all'assegnazione ad ogni assessore di una bicicletta istituzionale per gli spostamenti brevi. «La scelta della giunta di Teramo va verso una direzione che noi di Abruzzo Sostenibile supportiamo da diversi anni», ha detto Claudio Cammarota, presidente dell'associazione. «Vorremo che le scelte positive fatte da una Giunta siano prese ad esempio dagli altri Comuni abruzzesi. In particolare ci piacerebbe che Montesilvano adottasse la stessa iniziativa di Teramo e che la stessa sia allargata anche ai Consiglieri Comunali e perché no anche ai dipendenti del Comune con l'assegnazione ad ognuno di una bicicletta “pubblica”. Da tempo si fanno tante parole sul tema ambientale e sul problema del traffico nelle nostre città e il momento di passare dalle parole ai fatti. Le campagne di sensibilizzazione sono importanti, ma bisogna mettere in pratica e soprattutto dare il buon esempio al cittadino», sostiene Cammarota.
Abruzzo Sostenibile, che da sempre promuove convegni ed incontri su tematiche ambientali, in dicembre ha organizzato un evento dedicato interamente al tema della bicicletta “La Città Possibile”.
«Riteniamo il tema della valorizzazione della bicicletta, come mezzo di trasporto alternativo, di vitale importanza soprattutto nelle nostre città dove la qualità della vita è sempre in uno stato di precarietà. In quell'occasione», ha ricordato il presidente, «abbiamo presentato un nostro progetto di Bike Sharing che vorremmo presentare al sindaco per valutare insieme la possibilità di implementare questo sistema anche a Montesilvano».
05/05/2010 16.30