Nuova tegola per Cordoma: Tocco (Pdl) dice no alla poltrona da assessore

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

2177

MONTESILVANO. Tempi duri per Cordoma che non riesce a ricomporre la sua giunta. Dopo l'uscita di scena di Carlo Tereo de Landerset e Ernesto De Vincentis, gli assessori più fidati e vicini al primo cittadino, oggi è arrivato un nuovo due di picche.


MONTESILVANO. Tempi duri per Cordoma che non riesce a ricomporre la sua giunta. Dopo l'uscita di scena di Carlo Tereo de Landerset e Ernesto De Vincentis, gli assessori più fidati e vicini al primo cittadino, oggi è arrivato un nuovo due di picche.

Adriano Tocco (Pdl), vice presidente del consiglio comunale di Montesilvano sembrava l'uomo giusto.Su di lui era caduta la scelta del sindaco che però questa mattina probabilmente non ha creduto alle sue orecchie quando gli è arrivato un secco no.
«Ho incontrato il sindaco poco dopo le 13», racconta Tocco, «l'ho ringraziato della stima espressa, ma ho declinato l'invito ad entrare in giunta»
«Problemi politici e personali –prosegue Tocco- mi hanno spinto a dire no rispetto all'ipotesi di accettare la carica di assessore. Sicuramente, la mia vicinanza personale e politica agli assessori dimissionari ha contribuito alla mia pur sofferta decisione. Ho spiegato al primo cittadino –continua Tocco -che questa scelta è scaturita dalla consultazione con i consiglieri a me piu' vicini, con i quali mi sono relazionato sempre ed in questi giorni».
«Ho manifestato la necessità, ravvisata da molti consiglieri, di avviare finalmente un'azione politica più incisiva sul territorio, utile a favorire esclusivamente i bisogni del cittadino, che oggi attraversa un periodo difficile. Inoltre –aggiunge Adriano Tocco - ho confermato la mia presenza collaborativa con l'attuale amministrazione».
Vista la recente finanziaria, che prevede per le prossime amministrative il numero massimo di assessori pari a 6, Tocco ha consigliato al sindaco di lasciare la giunta a sei , casomai prevedendo una ridistribuzione delle deleghe ai consiglieri, secondo le capacità personali di ognuno.
Al momento sembra questa l'ultima spiaggia per il primo cittadino.
«L'incontro- ha sottolineato Tocco- si è svolto con la massima cordialità, ribadendo altresì la necessità di condividere, da oggi e sino alla fine del mandato, tutte le scelte politiche e programmatiche per la città».

04/05/2010 16.12

CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK