Francavilla, arrestato il vandalo delle scuole: ha confessato

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

2934

FRANCAVILLA. I carabinieri sono andati a notificargli l’ordinanza di custodia cautelare ieri pomeriggio. Secondo quanto emerso dalle indagini Paolo Buongiorno sarebbe l’autore degli atti vandalici e dei danneggiamenti ai danni di alcune scuole della città.

Buongiorno ha 19 anni, nato a Roma, non risulta occupato ed è celibe, per lui sono scattati gli arresti domiciliari chiesti dal pm Dell'Orso.
Verso la fine di febbraio si sono verificate una serie di incursioni nei plessi scolastici, incursioni che lasciavano una scia di danni come imbrattamento dei muri o allagamenti ma anche di furti di beni in dotazione alla scuola, nonche' di denari contenuti all'interno delle macchine distributrici di bevande e di alimenti.
Il ragazzo già in passato era stato identificato quale autore di numerosi altri episodi di danneggiamento e di incendio di stabilimenti balneari avvenuti alla fine del 2007.
I carabinieri hanno lungamente indagato anche con estenuanti pedinamenti ed appostamenti anche all'interno di istituti scolastici: questa attività di indagine ha permesso, lo scorso 7 marzo 2010, di rinvenire e sottoporre a sequestro, all'interno dell'abitazione del giovane, numerosi alimenti che sarebbero in qualche modo legati ai furti perpetrati nelle scuole.
Si tratta di pacchi di pasta o scatole di tonno sottratte alla mensa della scuola elementare Michetti.
Buongiorno, messo alle strette dall'evidenza dei fatti, ha ammesso ai militari le proprie colpe e quindi ha confermato di essere stato l'autore di tutti i danneggiamenti e furti commessi negli ultimi tempi nelle scuole di Francavilla al mare, fornendo particolari circa le modalità delle azioni criminose.
Una volta emersa chiaramente la sussistenza di gravi indizi di colpevolezza nei confronti del giovane i carabinieri hanno evidenziato al giudice «la personalita' altamente pericolosa», che «incapace di frenare i propri istinti criminali ha agito per il solo gusto di commettere dei reati e di arrecare disagi alla collettivita' e di attirare su di se' l'attenzione».
Secondo quanto è emerso il giovane avrebbe compiuto i propri “raid vandalici” senza rispondere ad alcun criterio premeditato, individuando i propri obbiettivi del tutto casualmente, spinto solo dal piacere di commettere azioni criminose (ad eccezione del caso in cui avrebbe agito per “vendicarsi” della direttrice della scuola da lui in passato frequentata).
Buongiorno ha anche ammesso che non ha avuto timore a ripetere i raid anche perché le volte precedenti non lo avevano “beccato” e dunque si sentiva impunito.
Ora dovrà rispondere dei reati di furto in concorso con altri, aggravato dalla violenza sulle cose, per aver commesso il fatto su cose esistenti in uffici o stabilimenti pubblici e per aver profittato di circostanze di tempo e di luogo tali da ostacolare la pubblica difesa; nonche' di concorso formale di reato per aver commesso con piu' azioni esecutive di un unico disegno criminoso il danneggiamento aggravato di edifici pubblici.

I FATTI CONTESTATI

- Raid del 22.02.2010, in concorso con un minorenne, all'interno della scuola elementare Michetti, ed aver asportato generi alimentari (diverse confezioni di pasta e confezioni di tonno in scatola) ed aver imbrattato il pavimento ed i muri della mensa e della cucina con uova patate e mele;
- Raid del 22.02.2010, in concorso con un minorenne, ed altri soggetti, all'interno della scuola elementare di c.da Cetti ed aver imbrattato i locali con la polvere degli estintori.
- Raid del 23.02.2010, in concorso con minorenne, ed altri individui, forzando la porta d'ingresso all'interno della scuola materna di c.da Foro, ed aver imbrattato tutti i locali con la polvere degli estintori;
- Raid del 27.02.2010, previa forzatura della porta antipanico, all'interno della scuola elementare Michetti di via Tosti, aver forzato due distributori automatici di bevande, aver asportato euro 300,00 ed imbrattato il pavimento del secondo piano con la polvere di tre estintori;
- Raid del 27.02.2010, all'interno della scuola elementare Pretaro, aver asportato euro 60,00 e numerose merendine e cioccolate da un distributore lattine di bibite forzato ed aver imbrattato il pavimento del piano superiore con la schiuma di tre estintori;
- Incursione del 27.02.2010, in concorso con un minorenne, ed altri individui, previa forzatura della porta antipanico, all'interno del palazzetto dello sport di Valle Anzuca, aver asportato euro 40,00 e diverse confezioni di generi alimentari dai distributori automatici ed aver imbrattato i muri con la schiuma degli estintori presenti;
- Incursione del 27.02.2010, mediante forzature della porta antipanico all'interno del liceo scientifico “A. Volta” sito in via Cirilli, ed aver cercato di impossessarsi di quanto contenuto nei distributori automatici, non riuscendoci a causa dell'allarme acustico scattato;
- Incursione del 27.02.2010, all'interno della scuola elementare di c.da Piane, ed aver imbrattato il corridoio ed il locale adibito a mensa con la polvere di un estintore.
30/04/2010 11.56

CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK