Pescasseroli: Tar sospende diniego Regione su fotovoltaico

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1841

PESCASSEROLI. Il Tar dell'Aquila ha accolto l'istanza di sospensiva avanzata da comune di Pescasseroli avverso un provvedimento della Regione Abruzzo.



Il direttore del Servizio tutela e valorizzazione del paesaggio, aveva infatti dichiarato improcedibile il progetto dell'impianto fotovoltaico da realizzarsi in località 'Colli bassi' a Pescasseroli. L'ordinanza sospensiva, depositata questa mattina, motiva: «Considerato che il provvedimento impugnato costituisce arresto procedimentale in carenza di specifica motivazione sulle ragioni di merito eventualmente ostative all'accoglimento della richiesta, e pertanto che l'istanza cautelare possa trovare accoglimento ai fini del prosieguo procedimentale, salvi i successivi provvedimenti dell'Amministrazione, accoglie l'istanza cautelare ai fini del riesame nei sensi di cui in motivazione».
Il sindaco, Nunzio Finamore, si dice soddisfatto di questa prima decisione del giudice amministrativo e ha assicurato: «andremo avanti per la nostra strada poichè l'impianto fotovoltaico è utile all'Amministrazione comunale, e quindi alla popolazione, sia in termini di risparmio per le voci in bilancio relative ai costi di energia elettrica per tutte le forniture intestate al comune, che per dare un significativo contributo alla riduzione delle emissioni di CO2, in linea con quanto stabilito dal protocollo di Kyoto. Ribadiamo ancora che siamo aperti al dialogo con gli enti sovracomunali chiamati a pronunciarsi in merito al progetto stesso».
L'impianto, su due siti contigui per complessivi 5 ettari, sarà uno dei più produttivi d'Italia, con circa 6 milioni di Kw di producibilità all'anno.
Il Comune, in cambio della concessione ventennale e del terreno dato in uso, riceverà dalla societa' gestore un contributo di 55 mila euro per ogni Mw prodotto.
29/04/10 16.41