La riviera pescarese si fa giovane, colori vivaci e parcheggi

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

1791

PESCARA. Una riviera ‘young’ (dall'inglese giovane) con la realizzazione di centinaia di posti auto a spina di pesce ricavati tra gli spazi vuoti dei marciapiedi e una lunga pista ciclabile.


Sono questi gli elementi caratteristici del progetto di riqualificazione che interesserà l'ultimo tratto nord della riviera di Pescara, compreso tra la Rotonda Paolucci e il confine con Montesilvano.
Approvati scheda di fattibilità e progetto preliminare, «ora potremo partire con la redazione del definitivo e dell'esecutivo». Lo ha annunciato l'assessore alla Mobilità Berardino Fiorilli dopo l'approvazione dell'intervento.
«Il primo obiettivo dell'idea progettuale – ha proseguito l'assessore Fiorilli – sarà quello di dare il giusto protagonismo al tracciato ciclabile, previsto in aderenza alle aiuole già esistenti sul marciapiede lato mare, come ultimo tratto di mobilità sostenibile del territorio urbano verso nord, una pista che si collegherà a quella in via di completamento sino alla Rotonda Paolucci e a quella già esistente su Montesilvano. La stessa sezione pedonale, insistente sull'attuale sedime del lato mare sarà sottoposta a un integrale intervento di restyling, utilizzando un concetto compositivo di arredo urbano che utilizzerà la sincronia degli elementi e dei materiali affinchè la strada assurga a un rango qualitativo elevato».
Il programma di riqualificazione partirà proprio dalla Rotonda Paolucci, dove, attraverso una nuova composizione formale e materica della pavimentazione e degli elementi di arredo, si darà un ‘cambio di stile' rispetto al resto del litorale, «promuovendo l'immagine di una ‘riviera young', ossia una riviera in cui la vocazione turistica, determinata da un pubblico giovane, trova la sua raffigurazione in immagini dinamiche, con colori vivaci e con particolari scenografici di forte impatto emotivo, diversificati lungo l'intero percorso».
Gli uffici tecnici hanno dunque già suggerito l'utilizzo della pietra quarzite nelle sue varie colorazioni, sfumature e dimensioni, per esaltare le linee morbide e sinuose della composizione.
«Grande attenzione» verrà data al tema dei parcheggi – ha sottolineato ancora l'assessore Fiorilli: «nel dettaglio abbiamo previsto di incastonare gli stalli per la sosta creando delle anse lungo il marciapiede lato mare, per consentire il parcheggio delle auto a spina di pesce, recuperando oltre un centinaio di posti auto proprio a servizio della riviera, sia nelle ore diurne per l'attività balneare che di sera, quando su quel tratto di litorale si concentrano centinaia di ragazzi. Complessivamente l'intervento comporterà una spesa pari a 1milione e mezzo di euro, reperibile con mutuo, e che comprenderà anche la demolizione della sovrastruttura stradale, il rifacimento dei sottoservizi, ossia la rete delle acque bianche e nere e l'impianto della pubblica illuminazione, il potenziamento del verde, il posizionamento di elementi di arredo urbano e il rifacimento della segnaletica stradale».

E PER I RIFIUTI....

Scatterà il prossimo primo giugno, invece, la riorganizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani sull'intera riviera di Pescara per tutto il periodo estivo.
Come concordato con i balneatori il Comune ha stabilito che i mezzi della Attiva effettueranno un passaggio al giorno sul litorale per il ritiro dei rifiuti organici, due o tre passaggi per la raccolta dei rifiuti ‘secchi' e uno al giorno per carta e plastica.
Discorso a parte per l'eliminazione delle alghe o degli eventuali rifiuti ingombranti trasportati dal mare: in caso di piccoli interventi quotidiani i balneatori potranno posizionare i propri sacchi prima delle 8.30 accanto ai cassonetti in strada, sacchi che verranno ritirati dalla Attiva.
In caso di episodi eccezionali di florescenza, si ricorrerà anche all'ausilio di ditte esterne. «Il nostro obiettivo», ha detto l'assessore Del Trecco, «è quello di garantire una riviera pulita ai nostri bagnanti, turisti stranieri e pescaresi, e soprattutto dare il massimo supporto ai nostri imprenditori del mare».

28/04/2010 8.49