Bollette pazze San Giovanni Teatino. Caldarelli: «problema risolto»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2336

SAN GIOVANNI TEATINO. L'amministrazione comunale ha risolto il caso delle bollette dell'acqua emesse da Enel Rete Gas, con importi elevati in riferimento al quadrimestre settembre-dicembre 2009.



La scadenza di pagamento è stata fissata al 22 aprile 2010 e le bollette sono state recapitate a numerosi cittadini nelle ultime settimane.
«Tale incongruenza – spiega il primo cittadino Verino Caldarelli – in alcuni casi è stata determinata da un'errata imputazione, da parte della stessa Enel Rete Gas, dei consumi in riferimento all'ultimo quadrimestre dello scorso anno. L'amministrazione comunale, di conseguenza, si è impegnata affinché la società che gestisce il servizio, in questi casi e su richiesta degli interessati, esamini puntualmente le anomalie e, se del caso, annulli le fatture in oggetto, riemettendone altre rettificate negli importi a seguito della ridistribuzione dei consumi in un periodo più ampio. Tutto questo – sottolinea il sindaco Caldarelli – comporterà un sicuro abbassamento delle somme richieste, considerato che la quantità di metri cubi rientranti nell'ultima fascia di consumo risulterà notevolmente inferiore».
Il termine per il pagamento delle bollette in questione, rende comunque noto l'amministrazione comunale di San Giovanni Teatino, è stato prorogato al 6 maggio 2010.
«Un contributo essenziale alla soluzione del problema determinato da tale bollettazione – puntualizza il primo cittadino – è stato indubbiamente offerto dall'associazione Codici la quale, in collaborazione con il Comune, svolge un servizio utilissimo alla popolazione che spesso si trova nella condizione di rimanere indifesa rispetto a certe problematiche. Ai 'ragazzi' volontari di Codici che, contrariamente alla giovane età, dimostrano grande maturità e professionalità, rivolgo un doveroso ringraziamento a nome della cittadinanza amministrata. Nella circostanza – conclude il sindaco Verino Caldarelli – è doveroso registrare la grande disponibilità di Enel Rete Gas, la quale conferma la volontà di essere vicina ai cittadini. In quest'ottica, infine, va inquadrata la disponibilità della società che gestisce il servizio in oggetto, su richiesta dell'Amministrazione comunale, a mettersi a disposizione dei cittadini per più giorni alla settimana presso un locale che, per tale scopo, quest'ultima è disposta a concedere alla stessa Enel Rete Gas».

23/04/2010 15.53