In Consiglio comunale approda il Piano Triennale dei Lavori pubblici

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1214

PESCARA. Oggi il consiglio comunale si appresta ad approvare il Piano Triennale dei Lavori pubblici.

La seduta del Consiglio comunale si aprirà alle 9.30 con le dichiarazioni di voto sul Triennale e, dopo il voto della delibera, si passerà all'esame degli emendamenti al bilancio di previsione 2010, visto che la discussione generale si è già svolta con il Triennale.
«Tra gli emendamenti approvati lunedì sera – ha ricordato il presidente della Commissione Lavori pubblici Armando Foschi – è fondamentale quello inerente la manutenzione della pineta dannunziana e la realizzazione di una struttura in legno da destinare al Corpo Forestale dello Stato per consentire il servizio del controllo a cavallo dei nostri parchi, struttura che verrà localizzata sotto la curva sud dello Stadio ‘Cornacchia'».
Non solo: le modifiche inserite attraverso gli ordini del giorno prevedono la realizzazione di un parcheggio, con la sistemazione della viabilità circostante il liceo scientifico ‘Da Vinci'; la riqualificazione urbana di via Luigi Anelli, via Paolo De Cecco, nel tratto compreso tra Fosso Vallelunga e via Braga, via Alfonso Da Vestea e via Mocenigo; la realizzazione del nuovo Parco urbano nell'aerea compresa tra Strada Vecchia della Madonna e l'incrocio con via Monte di Campli, destinando allo scopo la somma di 500mila euro per il 2011 e 1milione e mezzo di euro nel 2012; la messa in sicurezza delle aree situate a ridosso di Fosso Vallelunga, nel tratto compreso tra via Scarfoglio e via De Cecco; la realizzazione della viabilità di connessione ai parcheggi di scambio di Pescara sud attraverso la riqualificazione urbana di via Pantini e la costruzione di una rotatoria; e infine la realizzazione di una nuova condotta di acque bianche in località piazza Romita.

NOVITA' IN PIAZZA ITALIA

 
Intanto dal Comune annunciano che sparisce il divieto di sosta in piazza Italia e arriva la sosta a tempo di 30 minuti.
Il provvedimento è stato firmato ieri per offrire un'opportunità in più per un parcheggio veloce ai tanti utenti che ogni giorno si recano in Comune per il disbrigo di una commissione o per il ritiro di un certificato e si ritrovano a dover effettuare lunghi giri nel centro urbano a caccia di uno stallo introvabile per appena dieci minuti di fermata.
«L'8 ottobre del 2001 – ha ricordato il sindaco Albore Mascia –, poche settimane dopo i tragici fatti dell'11 settembre, tutte le aree poste a ridosso di sedi di Autorità locali, provinciali, regionali e Caserme erano state dichiarate obiettivi ‘sensibili' e dunque sottoposte alla disciplina del divieto di sosta. Un provvedimento particolarmente problematico per Pescara, dove comunque l'area di piazza Italia, specie la fetta compresa tra il lato mare di via Calabria e la stessa piazza, veniva usata soprattutto per la sosta veloce di coloro che dovevano effettuare una breve commissione in Comune o in Provincia, come il ritiro di un certificato o l'istruzione di una pratica record».
A questo punto, a nove anni di distanza da quel primo provvedimento, il Comune ha deciso di riaprire parzialmente alla sosta la zona, istituendo stalli per la fermata a tempo limitato, ossia trenta minuti, nell'area di piazza Italia, compresa quella tra il lato mare di via Calabria e la stessa piazza.

21/04/10 8.38