Primo passo per l’isola pedonale del centro e la nuova piazza Salotto

Alessandro Biancardi

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

3077

PESCARA. Oltre 5 milioni di euro di investimenti per completare la pedonalizzazione del centro cittadino e disegnare il nuovo volto di piazza della Rinascita. Ancora. Con la sistemazione di nuove opere d’arte e il rifacimento del verde e dell’arredo urbano.




La giunta comunale ha approvato il progetto preliminare relativo alla riqualificazione del ‘cuore' pulsante di Pescara, passo propedeutico per la realizzazione del piano definitivo e quindi esecutivo che andrà in gara d'appalto, con le opere suddivise nel triennio e con l'obiettivo di restituire un'identità al ‘salotto' della città.
Insomma amministrazione nuova, nuovo progetto sulla stessa piazza.
«La nostra amministrazione – ha puntualizzato il sindaco Albore Mascia – punta a proseguire il processo di riqualificazione urbana già avviata nell'ambito del cosiddetto ‘Centro Commerciale naturale' che presto si costituirà come soggetto giuridico. Un processo che ha già riguardato via Trento, via Roma, via Piave, corso Umberto, e piazza della Rinascita, attraverso la loro pedonalizzazione e l'utilizzo di un nuovo modello di arredo urbano che ha utilizzato la sincronia degli elementi impiegati, scelti appositamente, con cura e attenzione, affinchè la strada ‘ordinaria' divenisse asse viario privilegiato, di qualità».
Il nuovo progetto preliminare riguarda, nel dettaglio, via Firenze, nel tratto compreso tra via Roma e corso Umberto, via Cesare Battisti, nel tratto compreso tra corso Umberto e via Quarto dei Mille, poi un'ampia fetta di via Mazzini, compresa tra via Regina Margherita e via Michelangelo Forti, di nuovo piazza della Rinascita e le vie limitrofe, comprese le strade circostanti il mercato coperto di piazza Muzii.
«In piazza della Rinascita invece – ha aggiunto il sindaco Albore Mascia – si prevedono interventi significativi tesi al miglioramento del comfort ambientale e alla definizione tridimensionale dello spazio ‘piazza', prevedendo anche la sistemazione di opere d'arte o di strutture architettonicamente significative, con l'obiettivo di recuperare l'area quale punto di incontro per i fruitori».
Speriamo solo che Mascia abbia più fortuna con le opere d'arte rispetto al suo predecessore che inciampò proprio sul “Bicchiere di vino” del giapponese Toyo Ito.
Complessivamente l'investimento previsto è pari a circa 5,4 mln, «già suddivisi nel triennio – ha proseguito il sindaco Albore Mascia -, ossia 2milioni 950mila euro nel 2010, 1milione 250mila euro nel 2011 e ancora 1milione 250mila euro nel 2012, fondi che verranno reperiti tramite un mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti».

19/04/2010 18.32