Anche a Giulianova passa il Piano Casa

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1530

GIULIANOVA. Recepito il “Piano Casa”. L'assessore Ranalli: «Abbiamo previsto premialità anche oltre i termini stabiliti dalla legge».


Anche Giulianova ha recepito, nel corso del consiglio comunale avutosi lo scorso 12 aprile, la legge regionale n. 16 del 19 agosto 2009, più nota come Piano Casa.
La legge prevede la possibilità di ampliamento del 20% della superficie residenziale esistente al 31 marzo 2009, fino ad un massimo di 200 metri cubi e la premialità del 35% nel caso di demolizioni integrali e ricostruzione degli edifici a condizione che siano utilizzate le tecniche costruttive della bioedilizia e previsto il ricorso a fondi di energia rinnovabili, con l'introduzione di dispositivi finalizzati al risparmio e al riutilizzo delle risorse idriche.
«Con il recepimento della normativa regionale – dichiara in proposito l'assessore all'Urbanistica Nadia Ranalli – abbiamo voluto dare una risposta concreta alle esigenze di ampliamento e ristrutturazione presenti in larghe fasce della popolazione. Tengo tuttavia a precisare che questa Amministrazione, riservando grande attenzione alle problematiche energetiche e a quelle della cittadinanza, si è spinta addirittura oltre le previsioni contenute nel Piano Casa».
La legge, infatti, svilupperà i suoi effetti solo per due anni, mentre l'amministrazione Mastromauro ritiene utile, che le premialità previste dal Piano Casa debbano trovare applicazione anche oltre il periodo fissato.
«Per questo – aggiunge l'assessore Ranalli – si è deciso di integrare il regolamento edilizio dando incarico al dirigente della 3^ Area, l'architetto Roberto Olivieri, di elaborare una previsione del regolamento stesso, così da contemplare anche nuove prescrizioni e premialità per chi interderà attuarle. Ciò, come detto, a valere negli anni futuri e non solo per il periodo di applicazione della legge sul Piano Casa».

17/04/2010 9.43