Pattinodromo Gesuiti:«restituita alla città la migliore struttura italiane»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1691

PESCARA. Inaugurato ieri il pattinodromo in via Maestri del Lavoro. L'assessore Ricotta: «restituito piena efficienza e funzionalità alla struttura»

I lavori, iniziati lo scorso marzo sono stati affidati all'impresa Fonte Bruna Costruzioni Srl di Civitella Casanova per un importo pari a 290mila 539 euro, poi saliti a 368mila 379 euro in seguito a una perizia di variante.
Il progetto, redatto dal geometra Domenico Ballone, ha consentito di eseguire la parziale demolizione delle gradinate per l'adeguamento della struttura alle norme di prevenzione incendi; la modifica della balaustra di protezione posta tra gli spalti e la pista; la demolizione e ricostruzione della pista ad anello di pattinaggio per una corretta pendenza nelle zone di attaccatura delle curve, come da regolamento; la realizzazione di un nuovo pavimento delle due piste, in asfalto per quella ad anello, destinata a ospitare le gare di velocità, in graniglia per la pista centrale destinata al pattinaggio artistico.
E ancora è stata eseguita la deumidificazione delle strutture della zona d'ingresso, con la realizzazione dei servizi igienici, lo smontaggio e rimontaggio delle sedute per il pubblico.
«All'interno del complesso sportivo», ha spiegato il vicesindaco Berardino Fiorilli, «abbiamo poi realizzato la strada interna asfaltata con impianto di illuminazione e linea fognaria; la predisposizione della canalizzazione per la futura posa in opera dell'impianto interno di videosorveglianza e la realizzazione dei cancelli di protezione dell'armeria annessa al poligono del tiro a fuoco».
«Durante lo svolgimento dei Giochi del Mediterraneo – ha ricordato l'assessore Ricotta – purtroppo i lavori hanno necessariamente subito una momentanea sospensione, per ospitare alcune delle competizioni internazionali fissate in calendario. Ma già a metà luglio l'amministrazione comunale ha impresso un'accelerata alle opere, terminate lo scorso febbraio, garantendo l'immediata restituzione dell'impianto agli atleti e ai cittadini, un impianto finalmente funzionale che ci permetterà di candidare la struttura a ospitare grandi eventi».
«Il Coni – ha aggiunto il Presidente Imbastaro – ringrazia la Federazione per la collaborazione prestata durante i mesi di chiusura dell'impianto, mesi di disagi per gli atleti, che comunque, insieme, abbiamo superato in modo brillante. All'interno del pattinodromo sono ora conservate anche le pedane per la scherma e l'auspicio comune è quello di poter presto dotare la città di un impianto ad hoc per tutti gli sport minori».

15/04/2010 8.36