Pescara Vecchia, controlli a tappeto ma scoppia una nuova rissa

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2398

PESCARA. Controlli a tappeto, dispiegamento di forze dell’ordine non fermano la violenza e l’inciviltà di alcuni esagitati del sabato sera che affollano Pescara Vecchia e le vie adiacenti.

Ancora una lite sfociata questa volta in una testata che la dice lunga su stile, cultura e civiltà. Un ragazzo con il naso rotto in ospedale, denunce ed indagini.
Un'altra lite invece sarebbe stata sedata dai carabinieri in un locale di viale Marconi ed i protagonisti sono stati identificati.
Due scintille scattate nel fine settimana affollato della zona nei pressi di Corso Manthonè che pare vengano innescate da un certo tipo di persone adusi alla violenza e che difficilmente la rete dei controlli preventivi potranno mai individuare e fermare.
Passano le settimane e dopo il tentato omicidio ai danni di Luciano Zerrilli da Biccari, che nei prossimi mesi dovrà mettercela tutta per recuperare le piene forze, la città si interroga sul perché della violenza.
I controlli a tappeto continuano e fioccano le multe (da 500 a 3mila euro) anche per i locali non in regola.
Dopo le 2 di notte sono scattati i controlli a tappeto nei ristoranti e pub per verificare il rispetto della legge che vieta la somministrazione di alcol a tutti i clienti, minorenni e adulti, «legge rispettata da tutti gli operatori, che hanno anche chiuso in anticipo le attività, dunque senza aspettare le 4», ha spiegato il sindaco Albore Mascia, «come previsto nell'ordinanza che disciplina gli orari di attività degli esercizi a Pescara. Il bilancio della serata, per l'amministrazione comunale, è dunque da considerarsi positivo – ha proseguito il sindaco Albore Mascia -, confermando la tranquillità che si respira da mesi in quella parte della città. Tra l'altro il centro storico è tornato a popolarsi anche grazie alla disponibilità, nel fine settimana, dei 140 posti auto nel parcheggio della golena sud, posti aperti al pubblico sino alle 5 di domattina, lunedì 12 aprile, quando poi l'Anas tornerà a occupare l'area, sino a venerdì prossimo, per il completamento dei lavori di risanamento del ponte dell'asse attrezzato sovrastante la golena e dei relativi piloni».

12/04/2010 8.51

CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK