Inchiesta Asl Pescara, Piscitelli e D'Intino ai domiciliari

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2315

PESCARA. Hanno ottenuto gli arresti domiciliari il funzionario della Asl del capoluogo adriatico, Franco D'Intino, 59 anni, pescarese, e il responsabile del cantiere, Giacomo Piscitelli, 58 anni, di Barletta.



I due erano stati arrestati il 15 marzo scorso dalla squadra mobile di Pescara nell'ambito dell'inchiesta relativa ai lavori di ristrutturazione e messa a norma del reparto materno-infantile del nosocomio pescarese.
Lo ha deciso il Tribunale del riesame che ha accolto le istanze dei legali dei due indagati.
Intanto Piscitelli ha chiesto di essere interrogato dal pm Gennaro Varone.
Sono tornati in libertà, invece, l'ingegnere Alfonso Colliva e l'architetto Damiana Bugiana, agli arresti domiciliari .
Anche per loro la decisione è stata assunta dal Tribunale del riesame.
Per Colliva e Bugiana, entrambi direttori dei lavori del cantiere, e' stata disposta la sospensione dall'albo professionale per tre mesi.
L'indagine parla di irregolarità contabili finalizzate a coprire le mazzette che consistevano in lavori, forniture e forse dell'altro.
Dunque false fatturazioni per forniture in eccesso o non pertinenti, doppia fatturazione ed altri escamotage che sarebbero serviti a coprire i lavori nell'appartamento dello stesso responsabile del procedimento, funzionario della Asl, Franco D'Intino.
Proprio a D'Intino nei giorni scorsi la squadra mobile ha sequestrato preventivamente il suo conto corrente sul quale gli inquirenti hanno trovato 800mila euro.
Soldi di qui il funzionario adesso dovrà spiegare la provenienza.
Le indagini sono iniziate ad ottobre del 2009 quando il titolare della ditta Edilcap, tale Capodicasa pugliese anche lui, che aveva vinto l'appalto in Ati con Piancone, viene estromesso secondo la procura illegittimamente e decide di sporgere denuncia.
Firma così un esposto zeppo di presunte irregolarità che la Squadra mobile di Pescara ha poi verificato nei mesi di indagini.
Nell'esposto si parlava già di alcune fatture che l'imprenditore estromesso riteneva non regolari e inerenti a lavori non attinenti all'appalto o addirittura per lavori non eseguiti.
07/04/10 09.57.12

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=25540]GLI ARRESTI [/url]
[url=http://www.primadanoi.it/notizie/25559-Impresa-e-controllore-avevano-stessi-interessi-e-l-ospedale-pagava-le-spese]IMPRESA E CONTROLLORE AVEVANO GLI STESSI INTERESSI [/url]
[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=25559&page=1]«QUEI DUE CICCI BELLI GUADAGNANO SENZA FAR NULLA»[/url]
[url=http://www.primadanoi.it/notizie/25571-Quella-perizia-di-variante-e-la-complicit%E0-di-D-Amario]QUELLA PERIZIA DI VARIANTE E «LA COMPLICITÀ DI D'AMARIO»[/url]
[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/bdnews/article.php?storyid=25571&page=1] «DOBBIAMO FARE UN FAVORE A QUELLO STRONZO DI D'INTINO»[/url]
[url=http://www.primadanoi.it/notizie/25574-Appalto-Asl-Di-Nisio-vi-racconto-come-%E8-partita-l-inchiesta] DI NISIO: «VI RACCONTO COME È PARTITA L'INCHIESTA»[/url]
[url=http://www.primadanoi.it/notizie/25613-Inchiesta-Asl-trovati-nel-conto-di-D-Intino-800mila-euro-Sequestrati] 800 MILA EURO SUI CONTI DI D'INTINO[/url]
[url=http://www.primadanoi.it/notizie/25599-Tangenti-Asl-Pescara-gli-indagati-respingono-le-accuse] GLI INDAGATI RESPINGONO LE ACCUSE[/url]