Aggressione Pescara, Luciano esce dal coma e parla con parenti e amici

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4343

PESCARA. Vanno gradualmente migliorando le condizioni di salute di Luciano Zerrilli il ragazzo di Biccari aggredito lo scorso 20 marzo a Pescara Vecchia.

A Zerrilli, che e' ancora ricoverato nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Pescara, i medici stanno lentamente diminuendo i farmaci. Piccoli ma determinandi segnali verso la ripresa.
Ieri l'ultima Tac ha confermato i miglioramenti e anche che non ci dovrebbero essere danni permanenti.
Un primo sospiro di sollievo per amici e parenti, ma anche per la città intera che sta seguendo con affetto l'evolversi della situazione del 22enne pugliese.
Intanto il ragazzo avrebbe dato i primi segni di risveglio, muovendo un braccio e una gamba. Secondo quanto ricostruito dalla polizia di Pescara, grazie anche alle telecamere del locale, Zerrilli era in compagnia di alcuni amici quando il nomade, Claudio Spinelli, con un passato da pugile, lo ha aggredito colpendolo con due pugni al volto.
Lo stesso Spinelli nel corso dell'interrogatorio di garanzia ha ammesso che era sotto l'effetto di droga e alcol e non ricorda perchè è scoppiata la rissa.
Zerrilli è caduto a terra, sbattendo violentemente il capo.
E sull'asfalto è rimasto diversi minuti senza l'aiuto di nessuno, neanche i buttafuori del locale.
Nel video che ha ripreso la scena si sono visti distintamente alcuni giovani che hanno fatto finta di niente, proseguendo allegramente la loro serata di svago senza preoccuparsi del ragazzo che era finito per terra.
Solo qualche minuto dopo un amico della vittima ha chiamato i soccorsi ma gli inquirenti non hanno potuto contare sulla testimonianza di nessuno dei testimoni.
A seguire l'evoluzione di Zerrilli, da quasi due settimane ci sono gli amici di Luciano e i suoi familiari che, grazie ad un accordo tra il comune di Biccari e quello di Pescara, hanno trovato un appartamento nel centro abruzzese.
01/04/10 13.27

LUCIANO E' USCITO DAL COMA

Luciano nel tardo pomeriggio di oggi è uscito dal coma farmacologico, e ha parlato con parenti e medici. Già da questa mattina i medici avevano notato netti miglioramenti, anche a seguito di una Tac positiva effettuata nei giorni scorsi.
Lo studente, ricoverato da dieci giorni nel reparto di Rianimazione dell'ospedale pescarese dove è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico, da ieri aveva dato segnali di ripresa.
1/04/2010 20.54



CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK