Salinas, arrivano i fondi del Ministero...ma non tutti

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1632

MONTESILVANO. Sarebbe dovuto arrivare dal Ministero un contributo superiore al milione di euro, invece sono arrivati appena 448 mila euro. Cordoma: «sono ugualmente soddisfatto».



Una gioia a metà nel Comuni di Montesilvano (capofila del progetto), Pescara, Città Sant'Angelo e Silvi che insieme ad alcuni privati (Gtm e Consorzio Grandi Alberghi), hanno promosso il progetto SalinAS (Associazione Temporanea di Scopo dei Comuni dell'area Saline).
Il progetto ha partecipato al Bando Ministeriale di “Cofinanziamento per la diffusione di azioni finalizzate al miglioramento della qualità dell'aria nelle aree urbane e al potenziamento del trasporto pubblico rivolto ai Comuni non rientranti nelle aree metropolitane”
Un grande progetto che prevede una unica pista ciclabile dalla Pineta D'Annunzio di Pescara a Silvi, 240 bici da prendere a noleggio, 16 eco chioschi in bioedilizia alimentati da pannelli fotovoltaici.
Secondo quanto annunciato nei mesi scorsi il progetto costerà 1mln 746 mila euro e si attendevano dal ministero contributi pari a 1 milione e 140 mila euro. Il restante 33% (circa 600 mila euro) se lo sarebbero accollati invece le amministrazioni pubbliche e i privati.
Ma adesso, alla luce dell'annuncio arrivato da Roma, è chiaro che le proporzioni cambiano e il contributo maggiore potrebbero doverlo versare i Comuni, la Gtm e il Consorzio Grandi Alberghi.
«Siamo più che soddisfatti», ha commentato comunque il sindaco di Montesilvano Pasquale Cordoma, «tenendo conto che il Ministero stanzierà per tale proposta una cifra tra le più alte dell'intero programma, anche alla luce della sua contestualizzazione con i progetti ed i programmi in corso da parte delle Amministrazioni coinvolte».
In sede di ricognizione per la redazione del Programma Operativo di Dettaglio è emerso che sono state escluse da co-finanziamento le realizzazioni relative ai due nuovi ponti ciclo-pedonali sui fiumi Saline e Piomba e le connesse piste extraurbane per il collegamento con la viabilità ordinaria, con la conseguente riduzione anche delle relative spese tecniche e progettuali.
«Considerando che sull'area di progetto insistono numerose altre iniziative a livello territoriale, quali la progettualità da fondi Fas e da fondi Cipe, alcune delle quali già ad un elevato livello di definizione», ha continuato Cordoma, «e che esse comprendono, com'è noto, la ciclopedonalità di collegamento tra i centri interessati (Montesilvano-Città S. Angelo - Silvi), riteniamo possa confermarsi la realizzazione del Progetto così come avanzato entro i termini generali previsti dal Bando (36 mesi). Ad ulteriore garanzia che il progetto possa essere realizzato nella sua compiutezza riteniamo inoltre non proibitivo un successivo reciproco impegno finanziario – in quota parte – a gravare sulla annualità 2011, ove necessario».
Così i Comuni hanno dato istruzioni a Resco Italia, per la definizione del POD, «mantenendo inalterato l'entità del progetto nel suo complesso e ci apprestiamo a dare assicurazione in tal senso a Minambiente sulla base delle considerazioni appena evidenziate».
Il Progetto Salinas, inoltre avrà il sostegno dell'Unione europea e potrà essere certificato con il marchio See (Spazio economico europeo).

27/03/2010 10.51