Isola pedonale, Fiorilli soddisfatto. 62 le multe

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1501

PESCARA. Pescara, Francavilla al Mare, San Giovanni Teatino, Spoltore e Montesilvano senz'auto ieri per l'ultima giornata ecologica promossa dalle amministrazioni cittadine.


Sono state 62 le multe dei vigili urbani comminate ai cittadini che non hanno rispettato i divieti imposti, oltre 2000 i controlli effettuati dai 97 vigili urbani in servizio presso i varchi, coadiuvati dai 40 volontari della Protezione civile e da 6 operatori di Pescara Parcheggi.
«Era un'impresa ambiziosa, mai sperimentata prima d'oggi», ha commentato soddisfatto il vice sindaco Berardino Fiorilli.
Alle 9 in punto transenne e unità operative hanno costituito il presidio contro il transito delle vetture, uno stop scattato contemporaneamente anche nella frazione di Villa Raspa, a Spoltore, nelle vie del centro di San Giovanni Teatino compresa la via Tiburtina, poi sull'intera riviera di Francavilla al Mare e su un tratto di corso Umberto a Montesilvano.
«E la risposta dei cittadini, degli utenti, è stata come sempre splendida», ha detto Fiorilli: «nonostante il tempo grigio e le temperature non del tutto miti, in centinaia hanno nuovamente affollato le vie del centro, dopo averlo raggiunto con la bici, a piedi o anche a bordo dei quattro bus navetta gratuiti per i passeggeri, messi a disposizione dalla Gtm, che hanno garantito i collegamenti verso lo stadio, sino a Santa Filomena, presso i Colli, garantendo le corse anche verso il cimitero, e infine sulla via Tiburtina, sino alla zona aeroporto-Auchan».
Il controllo dei varchi è stato dunque affidato a oltre 97 agenti di Polizia municipale, coordinati dal colonnello Fioretti, con 40 uomini della Protezione civile.
Nell'arco della mattinata, su disposizione de vigili urbani, è stata solo disposta la riapertura al traffico di viale Pepe per facilitare l'accesso agli impianti sportivi della zona, PalaElettra, stadio e antistadio, dov'erano concentrate una lunga serie di iniziative delle associazioni giovanili.
«Ai nostri agenti – ha commentato il comandante Maggitti – va un sentito ringraziamento per il lavoro svolto e l'abnegazione dimostrata nelle ultime quattro settimane: il nostro Comando non ha mai visto un dispiegamento di forze sul territorio tanto ingente quanto quello odierno, con ben 97 unità in servizio solo per garantire la perfetta riuscita di Primavera senz'auto. In tanti hanno anche rinunciato al turno di riposo e si sono volontariamente offerti di lavorare pur di dare il proprio supporto agli automobilisti. A tal fine tutti i varchi e le intersezioni erano presidiati da agenti o volontari, per meglio indirizzare e sostenere gli automobilisti, aiutandoli a raggiungere la propria méta seguendo la via più breve, una scelta sicuramente più opportuna del mettersi all'interno dell'isola solo per fare multe. E un ringraziamento va soprattutto al colonnello Mario Fioretti che ha splendidamente coordinato le operazioni nelle ultime quattro settimane, organizzando il lavoro e garantendo il perfetto funzionamento della macchina».
Non sono mancate polemiche a Spoltore: per il consigliere comunale Massimo Di Felice l'iniziativa promossa dal sindaco Ranghelli di far aderire anche una parte del territorio Comunale (solo l'area di Villa Raspa e non Santa Teresa dove è ubicata la centralina dell'Arta) alla giornata ecologica» è semplicemente una scelta “estetica” che evita di fornire una soluzione sia alla qualità dell'aria e che a quella di snellire il traffico dei veicoli nel Comune di Spoltore.
La chiusura delle città al traffico adottato solo la domenica produce scarsi effetti sulla qualità dell'aria. Un dato di fatto ripetuto ogni volta che viene varata l'iniziativa di natura ecologica simbolica più che sostanziosa».
Di Felice ha ricordato che proprio la centralina dell'Arta collocata a Santa Teresa ha rilevato il 19 marzo 2010 lo sforamento del PM10 42 volte rispetto al limite stabilito dalla legge, «il più alto di tutti i rilevamenti della provincia di Pescara, inoltre lo stesso giorno il PM10 aveva come valore assoluto 68 nano grammi per metro cubo e il superamento di 42 volte del limite rappresenta il record assoluto di tutte le centraline».

22/03/2010 9.54