Vasto, vetri sfondati ad auto Comune: «Non abbiamo soldi per le multe»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

3167

VASTO. «Non abbiamo piu' soldi per pagare le multe». E' una delle scritte vergate con un punteruolo nel corso della notte, a Vasto, su un'auto del settore Lavori pubblici del Comune.


Sfondati anche due finestrini laterali e il lunotto posteriore, sgonfiate inoltre le gomme della Fiat Punto, che era parcheggiata in via Cavour, a due passi dalla centralissima piazza Rossetti. Approfittando delle ore notturne di lunedì, in cui il traffico in città è scarso, mani ignote hanno danneggiato il mezzo in dotazione al settore Lavori pubblici.
«Non abbiamo più soldi per pagare le multe», è una delle scritte che ieri mattina i dipendenti municipali hanno trovato sulla carrozzeria. Sul fatto indaga la polizia municipale.
Due le piste: atto vandalico o gesto intimidatorio nei confronti del Corpo dei Vigili Ubani reo di far rispettare le regole in città?
Solo qualche giorno fa la prefettura di Chieti era tornata a sollecitare il comune di Vasto a installare il sistema di videosrveglianza in città.
Il sindaco, Luciano Lapenna, ha ricordato a Prefetto e Questore che e' in fase di perfezionamento il relativo regolamento a cura del comandante della Polizia Municipale, Ernesto Grippo.
Dopo che una coppia era stata scippata in via Pescara: bottino, 250 euro.
Ma se si tratta di una vendetta per i verbali elevati dai vigili quanto avrà influito l'aumento registrato negli ultimi mesi?
Se infatti in tutto l'anno 2009 sono stati elevati 4.261 verbali per violazioni al codice della strada salta all'occhio che un incremento c'è stato soprattutto nei mesi di novembre e dicembre quando i verbali sono stati 1384 di cui ben 249 quelli contestati direttamente agli automobilisti per infrazioni commesse da autovetture in movimento.
Nel corso dei primi 15 giorni del 2010, invece, il Reparto Sicurezza Stradale, coordinato dal tenente Marcello Del Monaco, ha elevato 528 verbali, di cui 433 preavvisi di accertamento e 95 contestazioni immediate a seguito dei 43 posti di controllo attivati che hanno consentito di fermare 274 veicoli, ritirare 1 patente, 8 carte di circolazione per omessa revisione e disporre 2 fermi amministrativi di ciclomotori.

17/03/2010 8.58