Consiglio comunale approva: «6 aprile lutto cittadino a L'Aquila»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4061

L'AQUILA. La seduta del Consiglio Comunale di ieri si è aperta con un grande annuncio.

L'Arcivescovo Metropolita de L'Aquila, Giuseppe Molinari ed il suo ausiliare, monsignor Giovanni D'Ercole, hanno detto che dei 35 milioni di euro raccolti dalla Caritas da impegnare sul territorio aquilano, 32 sono ancora disponibili.
I due hanno chiesto al Consiglio Comunale di impegnarsi per la realizzazione di centri di aggregazione cittadina.
Il sindaco Cialente, nel ringraziare, ha dato piena disponibilità, affinché, al più presto il Consiglio Comunale renda noto dove intervenire, investendo l' importante contributo donato dalla Caritas.
Il Consiglio Comunale, ha poi approvato all'unanimità il primo punto all'ordine del giorno, riguardante la realizzazione, su una superficie di complessivi 1500 mq, di 17 alloggi, mentre, ulteriori 305mq, verranno destinate ad attività produttive e terziarie.
Dal canto suo, la ditta eseguirà le opere di urbanizzazione secondaria con aree a verde pubblico e attrezzato, parcheggi e viabilità interna, procedendo alla realizzazione della viabilità primaria per la porzione ricadente sul lotto di intervento.
Essendo poi stato chiesto di invertire l'ordine dei lavori, si è passati alla votazione delle mozioni.
Il Consiglio Comunale ha, quindi, approvato all'unanimità la mozione, primo firmatario Enrico Verini, su “ Ripristino benefici sui pedaggi autostradali per gli abitanti del cratere”, che impegna il sindaco a sollecitare presso il Commissario straordinario Chiodi l'esenzione del pagamento dei pedaggi autostradali e, in caso di diniego, di farsi promotore di azioni di protesta, quali, ad esempio, lo sciopero del pagamento del biglietto autostradale.
In riferimento a questa mozione, il sindaco Cialente, ha dichiarato che entro oggi, dovrebbe essere firmato un decreto del Commissario per la ricostruzione Chiodi che prevede l'esenzione del pedaggio autostradale sino al 31 marzo 2010, avendo il Governo trasferito alla struttura di missione una somma capace di coprire solo il periodo citato.
Cialente, ha comunque, garantito la volontà di estendere l'esenzione del pagamento del casello autostradale per gli sfollati del cratere, sino a fine maggio.
Il Consiglio Comunale ha poi approvato all'unanimità la mozione, primo firmatario Enrico Verini, “ Ridefinizione assetto aziendale S.E.D. S.p.A., che impegna il sindaco e la Giunta, a: garantire gli attuali livelli occupazionali; adottare i provvedimenti necessari alla riacquisizione delle quote possedute dal socio privato Maggioli; stipulare la convenzione tra Comune e SED spa, anche per i servizi informatici legati al sisma, giusto quanto stabilito OPCM 3772 e conseguente ordinanza sindacale.
In ultimo, il Consiglio Comunale ha approvato all'unanimità la mozione, primo firmatario Giuseppe Bernardi, recante “ Proposta di Mozione Urgente per istituire il 6 aprile giorno di lutto cittadino”, che impegna il sindaco e la Giunta a: indire per sempre il giorno del 6 aprile come giorno di lutto cittadino; individuare un luogo pubblico dove porre un monumento e celebrare ogni anno il ricordo di tutte le vittime del 6 aprile; attivarsi affinché il suono di una sirena della durata di 28 secondi sia udibile in tutto il Comune dell'Aquila, alle ore 3.32 di ogni 6 aprile.
In particolare, il sindaco Cialente, ribadendo la necessità della proclamazione del lutto cittadino per il 6 Aprile 2010, ha proposto di investire la Commissione Statuto affinché, il 6 Aprile di ogni anno a venire, assuma una valenza istituzionale che abbia un forte significato nel senso del ricordo di una tragedia che ha profondamente colpito la nostra terra.

09/03/2010 8.53