«Il centro Operativo della Protezione Civile all'Auditorium Flaiano»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2414

PESCARA. L'amministrazione comunale pescarese sta predisponendo tutte le misure necessarie per l' attivazione del Centro Operativo comunale di Protezione civile.


Come stabilito in una delibera del marzo 2003, con l'ex giunta Pace, il Centro verrà dislocato nel pianterreno dell'Auditorium Flaiano.
«Purtroppo si sono persi nove anni preziosi per l'attivazione della struttura fondamentale per una città delle dimensioni di Pescara», ha detto l'assessore alla Protezione civile del Comune di Pescara Berardino Fiorilli, «e solo l'episodio del terremoto, lo scorso 6 aprile, ha avuto l'effetto di risvegliare le coscienze».
Fiorilli ha risposto così a un'interrogazione presentata dal Pd, nel corso della seduta consiliare dedicata esclusivamente all'esame delle mozioni e delle interrogazioni e conclusasi ieri in tarda serata.
«Il 4 marzo del 2003, dunque ancora con l'amministrazione Pace», ha ricordato Fiorilli, «è stato istituito il Coc, il Centro Operativo Comunale destinandogli, come sede, il pianterreno dell'Auditorium Flaiano, con una sala operativa fondamentale, una struttura in cui ancora oggi mancano solo gli arredi. Nel 2004, rispondendo a una mia interrogazione, l'ex sindaco di centrosinistra rispose che il Coc sarebbe stato spostato in altra sede, e oggi, a nove anni di distanza dalla prima delibera, dopo la calamità vissuta dalla regione Abruzzo, scopriamo che quel Coc è stato sistemato alla buona, solo dopo il terremoto, in maniera provvisoria all'interno della palazzina ex Inps, assolutamente inadeguata, in altre parole sono trascorsi nove anni senza fare nulla».
Dopo la pausa pranzo, il Consiglio ha ripreso i lavori nel pomeriggio con l'approvazione di una mozione del Pd in cui si impegna l'amministrazione a effettuare uno studio economico sulla possibilità di realizzare un PalaEventi a Pescara.
E' stata invece trasformata in ordine del giorno e approvata anche la mozione dei consiglieri comunali Vincenzo D'Incecco (Pdl) e Giovanni Di Iacovo (Sinistra e Libertà) sull'istituzione del ‘Forum dei Giovani' «uno strumento utile per avvicinare i ragazzi alla politica, per renderli partecipi delle scelte compiute dalla classe dirigente nel governo della città, per consentire loro di dare il proprio contributo, senza dover necessariamente garantire la propria militanza in un partito. Soprattutto il Forum – ha detto il consigliere D'Incecco – potrebbe divenire il terreno d'incontro tra la politica e il territorio».
E' invece stata ritirata e verrà riproposta come ordine del giorno la mozione del consigliere Pdl Renato Ranieri sull'installazione del Crocefisso nella sala consiliare del Comune, «un simbolo di cristianità che dovrebbe trovare posto nel luogo delle Istituzioni, come già accade nelle aule scolastiche e negli uffici».
Il Consiglio è stato aggiornato a lunedì prossimo, primo marzo, alle 9.30.

26/02/2010 12.27