Processo discarica Bussi, nuove costituzioni parti civili

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1274


PESCARA. Nuove costituzioni di parte civile ieri nel corso dell'udienza preliminare nei confronti dei 27 imputati dell'inchiesta sulla megadiscarica di rifiuti tossici, scoperta nel marzo 2007 a Bussi sul Tirino.
Dopo alcune associazioni ambientaliste, l'associazione Codici, la Provincia di Pescara, la Regione Abruzzo, il Ministero dell'Ambiente, la presidenza del Consiglio dei Ministri e diversi Comuni come quello di Bussi, si sono costituiti ieri mattina Wwf, Legambiente, i Comuni di Chieti e Tocco da Casauria, alcuni lavoratori della Solvey, cittadini di Bussi e l'associazione Sos Utenti.
I legali della difesa hanno chiesto l'ammissibilità alla costituzione solo del Ministero dell'Ambiente e del Wwf.
Intanto è stata fissata per il prossimo 11 marzo la prossima udienza preliminare. In quell'occasione e' prevista la replica del pm e dei difensori delle parti civili.
Il gup Luca De Ninis poi dovrebbe decidere se ammettere o meno le parti civili.
Nell'udienza successiva, prevista nel mese di aprile, si dovrebbe entrare nel merito del processo vero e proprio.
Tra i 27 imputati dell'inchiesta figurano gli ex vertici di Aca, Ato e Montedison, accusati a vario titolo di avvelenamento delle acque, disastro doloso, commercio di sostanze contraffatte e adulterate, delitti colposi contro la salute pubblica, turbata libertà degli incanti e truffa.
Intanto sempre ieri l'assessore regionale all'Ambiente, Daniela Stati, ha sottoscritto a Roma, presso il Ministero dell'Ambiente l'accordo di programma per la definizione degli interventi di messa in sicurezza e bonifica delle aree comprese nel sito di interesse nazionale fiumi Saline e Alento.
Erano presenti oltre all'assessore, i rappresentanti delle province di Pescara e Chieti e i rappresentanti degli otto Comuni interessati.
«Stiamo recuperando ritardi annosi negli interventi di messa in sicurezza dei siti da bonificare - ha commentato l'assessore - Nei prossimi giorni terremo una riunione operativa con gli Enti coinvolti per stabilire le modalità di utilizzo delle risorse che ammontano a circa due milioni e mezzo di euro, e stabilire inoltre interventi per bonifiche e ripristini ambientali dei siti. Inoltre, ho sollecitato, il ministero a stanziare ulteriori risorse per il sito di Bussi sul Tirino per il quale ho proposto la sottoscrizione di un identico accordo di programma»

26/02/2010 9.20

[url=http://www.primadanoi.it/upload/virtualmedia/modules/news2/article.php?storyid=180]LA NOSTRA INCHIESTA E TUTTI I DOCUMENTI[/url]