Concorso interno al Comune di Vasto, malumori delle Rsu

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2166

VASTO. Malumori a Vasto per il concorso interno per le progressioni economiche verticali.

Le Rsu hanno scritto al presidente della Commissione esaminatrice e all'assessore al Personale per richiedere la riapertura dei termini di presentazione delle domande per tutti i concorsi interni e per l'ammissione degli esclusi al concorso per Istruttori direttivi contabili.
I dipendenti hanno spiegato che le esclusioni di chi è in possesso del titolo specifico di “ragioniere” dal concorso di “Istruttore direttivo contabile” «è pretestuosa ed immotivata» per due motivi: «non esiste nei verbali redatti con la parte sindacale alcuna esclusione di tale genere e non è comprensibile l'esclusione di ragionieri che svolgono attualmente attività amministrativa dal concorso per Istruttori direttivi contabili e la contemporanea ammissione di istruttori contabili nel concorso per Istruttori direttivi amministrativi».
Contestazioni anche sui tre anni di anzianità previsto per l'ammissione al concorso per operatori di categoria B e B3: «sui verbali», spiegano i sindacati, «esiste una generica dizione di 3 anni di anzianità (intesa dagli scriventi come anzianità continuativa) specificata unilateralmente dalla parte pubblica nel bando di concorso (anzianità nell'Ente e quindi anche non continuativa) causando quindi, per errata informazione, la mancata presentazione della domanda a diversi operai».
In più i dipendenti lamentano il fatto che l'informazione sui concorsi sia stata «completamente assente presso le sedi distaccate e non è valida la generica affermazione della pubblicizzazione tramite il sito del Comune».
In mancanza di quanto richiesto le Rsu del Comune di Vasto hanno annunciato che si procederà con l'impugnazione nelle opportune sedi.

11/02/2010 9.21