Fiamme Gialle traggono in salvo sette sciatori

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1062

ROCCA DI MEZZO. La Guardia di Finanza ha recuperato sette sciatori dispersi nella nebbia a Campo Felice

I finanzieri del soccorso alpino, unitamente al personale della polizia di stato, hanno recuperato in poche ore sette sciatori romani che, a causa di una fitta nebbia, erano finiti fuori pista dagli impianti sciistici di Campo Felice, giungendo in località piano di Pezza, comune di Rocca di Mezzo.
Vista l'impossibilità di tornare indietro e avendo perso completamente l'orientamento, il gruppo ha richiesto l'intervento dei soccorsi via cellulare.
La pattuglia della Guardia di Finanza in servizio sulle piste, si è immediatamente attivata nelle ricerche e, unitamente al personale della polizia di stato, ha rapidamente individuato i dispersi che sono stati recuperati incolumi alle ore 17.30 circa, con l'ausilio di due gatti delle nevi operanti sugli impianti.
I giovani, di età compresa tra i 25 ed i 33 anni, sono stati quindi accompagnati presso le proprie autovetture per un tranquillo rientro a casa.
Resta alta l'attenzione sul pericolo valanghe su tutto l'Arco alpino e sull'Appennino Centrale, a causa del forte vento, dei brevi rialzi termici delle ultime 72 ore e della formazione di strati di brina di profondità che rendono particolarmente instabile il manto nevoso. Una miscela pericolosa, secondo il Corpo Forestale dello Stato, capace di provocare valanghe come quelle che hanno causato la morte di otto escursionisti nel tragico weekend appena trascorso. Proprio per questo il Corpo forestale continua a sconsigliare le uscite fuori pista e raccomanda a chiunque si trovi in montagna di consultare sempre i bollettini quotidiani pubblicati dal Servizio Meteomont. Allarme valanghe anche nei prossimi giorni: il distacco di slavine potrebbe inoltre verificarsi in seguito al passaggio a piedi di un singolo escursionista. Attualmente si registra un pericolo valanghe marcato 3 e diffuso su tutto l'arco alpino e nelle alte quote dell'Appennino centrale, specialmente nelle località dove, nelle ultime 24 ore, è stato registrato forte vento in quota.
08/02/2010 15.48