Confcommercio:«Aeroporto a rischio chiusura»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2645

PESCARA. La Confcommercio Abruzzo lancia l'allarme sull'aeroporto regionale che rischia di chiudere. Il presidente dell'associazione di categoria, Ezio Ardizzi, ha annunciato un'assemblea che potrebbe sfociare nell’occupazione dello scalo pescarese.


Ardizzi ha spiegato che «il bilancio della Saga (la società che gestisce l'aeroporto) chiude il 2009 con un passivo di 4,7 milioni dovuto al fatto che la Regione non ha assicurato i fondi da destinare al piano marketing, pari a 5 milioni di euro».
«Quindi», ha aggiunto Ardizzi, «o i soci provvedono a rifinanziare o i libri vanno in tribunale».
Il presidente della Confcommercio ha contestato che «degli 853 milioni di euro di fondi Fas ci sono soldi per tutti ma non per l'aeroporto d'Abruzzo che quindi e' destinato a chiudere perchè la società - ha detto ancora - non avrà i soldi per pagare neppure gli stipendi. Noi - ha proseguito - siamo stati da sempre sostenitori dello scalo, per cui riteniamo che non debba chiudere».
In attesa dell'assemblea dei soci dell'8 marzo, che dovrà decidere il da farsi, Ardizzi intende promuovere per il 15 febbraio un'assemblea straordinaria degli operatori del turismo, magari da tenere all'aeroporto d'Abruzzo, chiedendo la partecipazione degli assessori regionali ai Trasporti e al Turismo per discutere di questo problema.
Ardizzi ha chiamato in causa anche il presidente della Regione, Chiodi: «Vorremmo», ha detto, «che si rendesse conto che il terremoto dell'economia abruzzese rischia di far chiudere tutti».
Nessun accenno sul perchè la Regione ha deciso di non rifinanziare per ora a scatola chiusa.
Nei mesi scorsi sono stati moltissimi gli allarmi lanciati da più parti e che sono arrivati direttamente agli assessori competenti.
Tra le polemiche la gestione generale della Saga, gli appalti, il personale, gli investimenti ed il piano marketing che ha previsto negli anni finanziamenti diretti a società aeree che non sempre hanno portato risultati utili alla collettività.
04/02/2010 14.56