Parcheggi, il Comune di Pescara si affida ai sondaggi telefonici

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1236

PESCARA. Percheggi: cosa ne pensano i pescaresi? Avranno 20 giorni di tempo per dirlo.

Un sondaggio che partirà oggi per terminare entro il 24-25 febbraio.
«Le interviste», ha psiegato l'assessore Berardino Fiorilli, «effettuate da quattro operatori, ci permetteranno di valutare le attese, le aspettative dell'utenza sulle attuali modalità d'uso dei parcheggi. Chiederemo ai cittadini di esprimere il proprio giudizio sull'attuale sistema dei parcheggi disponibili; sui servizi integrativi attesi, come il bike sharing, il car sharing o il car pooling; l'interesse reale a prendere un posto auto in affitto o in proprietà; la disponibilità di spesa; e, infine, il livello di informazione sui benefici fiscali conseguenti all'acquisto di un parcheggio pertinenziale».
Sempre a partire da oggi scenderanno in strada altri quattro operatori, incaricati dal Comune, per effettuare dei rilevamenti sulle due aree di pertinenza dei primi parcheggi in via di progettazione.
I quattro addetti dovranno annotare le prime due lettere e i primi due numeri di targa delle auto in sosta, per verificare la durata media della sosta, la rotazione e l'utilizzo medio dei posti auto.
Tali verifiche saranno eseguite nella fascia oraria compresa tra le 8 e le 20 nel primo quadrilatero compreso tra via Foscolo, via Bologna, via Paolucci e lungomare Matteotti e nel secondo quadrilatero compreso tra via Nicola Fabrizi, viale Regina Elena, via Galilei, via De Amicis e il lungomare Matteotti.
Infine, dopo le 20, di notte, verranno eseguiti altri rilevamenti, «ossia – ha proseguito l'assessore Fiorilli – verranno conteggiate le auto in sosta su strada per valutare la potenziale domanda di parcheggi pertinenziali per i residenti. In altre parole avremo una stima esatta del numero delle auto di proprietà di residenti che oggi potrebbero essere interessati all'acquisto di parcheggi pertinenziali, e quante sono invece le auto di pendolari, che piuttosto hanno bisogno di posti auto a rotazione. Tale studio, a differenza di altri precedenti, richiederà poco tempo, appena venti giorni per la raccolta dei dati che andranno a integrare le progettazioni ormai già partite».
Gli uffici comunali hanno già iniziato a predisporre i progetti per i primi due grandi parcheggi che andremo a realizzare sul territorio: il primo, seminterrato, nell'area della Madonnina; il secondo, interrato, in piazza Primo Maggio, progetti che a fine mese verranno integrati con i dati raccolti.

04/02/2010 8.34