Omicida a spasso rapina supermercato di Chieti: ripreso

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

3433

CHIETI. E' un omicida condannato a 27 anni di carcere e attualmente in stato di libertà in attesa della sentenza definitiva, l'uomo che sabato scorso ha compiuto una rapina al Conad di Chieti Scalo.

L'uomo è stato arrestato mentre i complici sono fuggiti.
Si tratta di Emidio Paolucci, 43 anni, condannato nel dicembre 2008 per l'omicidio, nel 1999, di un suo amico, Marco Di Donato, di Manoppello.
Paolucci, detto "il macellaio" - secondo quanto ricostruito in una conferenza stampa dal dirigente della Mobile di Chieti Paolo Monnanni, la dirigente della Volante Katia Basilico e l'ispettore responsabile della sezione contrasto al crimine Licio D'Antuono -, ha atteso che il direttore uscisse dal supermercato con l'incasso della giornata, 45 mila euro, quindi lo ha aggredito e minacciandolo con un coltello gli ha strappato la borsa con i soldi posti in tre bussolotti.
Salito su una "Fiat Tipo", sulla quale lo attendevano i suoi complici, Paolucci è fuggito inseguito da una pattuglia della Polizia che in quel momento era in transito da quelle parti.
Solo dopo alcuni chilometri, l'uomo è sceso dall'auto brandendo un coltello mentre i complici si sono allontanati con il bottino.
Bloccato dai poliziotti, il rapinatore è ora accusato di rapina aggravata, ricettazione, resistenza, violenza e minacce a pubblico ufficiale.
L'auto, risultata rubata, è stata ritrovata a poche centinaia di metri: dentro era stato lasciato un bussolotto contenente 15 mila euro.
Gli investigatori ritengono, inoltre, che Paolucci sia un componente della banda che nell'estate del 2007 fece saltare in aria alcune auto a Pescara nel quartiere Rancitelli.
L'uomo fu arrestato anche per quell'episodio e poi rimesso in libertà.


01/02/2010 16.19