In frantumi la vetrina della sede della Lega Nord a Vasto

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1295

SILVI. Nella notte tra sabato e domenica in via Ernesto Romani al numero 21 si è registrato un atto intimidatorio contro la sede della Lega Nord.


«Si tratta di un gesto di elaborata efferatezza», racconta Giampiero De Luca. «Qualcuno ha distrutto le vetrine della sede con pietre e pezzi di lastricato presi probabilmente in zona, dove c'è un cantiere che da qualche giorno sta lavorando per rendere fruibile l'ufficio della Lega Nord ai diversamente abili».
«L'autore o gli autori del gesto», spiega ancora De Luca, «hanno anche avuto la sfacciataggine di firmarsi con uno pseudonimo che, per riservatezza delle indagini condotte dalla locale Sezione della Digos, non possiamo rivelare».
Per il direttivo della Lega, «è evidente che qualche vigliacco ha cercato di prendersela con una parte dell'attuale Governo Nazionale che si batte per ottenere la migliore sicurezza dei cittadini».
«Noi non accettiamo intimidazioni», ha assicurato il coordinatore locale, subito accorso e che ha denunciato immediatamente il fatto alla Polizia.
La Lega chiede «la dovuta solidarietà» dagli organi politici locali e dalla cittadinanza: «è assurdo che in una cittadina abbastanza tranquilla come Silvi possano accadere atti di siffatta proporzione».
Le indagini sono ancora in corso per risalire ai responsabili.

01/02/2010 10.57



Visualizzazione ingrandita della mappa


CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK