Il questore Cecere lascia Pescara e va a L'Aquila

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

3128

PESCARA. Il questore di Pescara Stefano Cecere tra qualche giorno lascerà Pescara per un nuovo incarico a L’Aquila.



Ieri c'è stato l'ultimo saluto con il sindaco Mascia, prima della partenza dal capoluogo adriatico.
«Al questore Cecere auguriamo buon lavoro, in attesa di dare il benvenuto in città al nuovo questore con il quale, siamo certi, stringeremo un analogo rapporto di reciproca stima», ha detto Mascia.
«Con il questore Cecere e con tutte le altre Forze dell'Ordine – ha ricordato il primo cittadino- abbiamo condiviso subito un obiettivo unanime: elevare gli standard di sicurezza in tutta la città, affrontando le prime emergenze del territorio. Ossia la zona ‘calda' del centro storico dove la sola presenza, comunque ingente e visibile, di Polizia e Carabinieri non poteva chiaramente essere sufficiente per garantire un controllo capillare dell'area che, specie nel fine settimana, è la meta preferita di migliaia di ragazzi».
«Ma non basta – ha ancora sottolineato il sindaco Albore Mascia -: con il questore Cecere siamo riusciti a dare una svolta decisiva al fenomeno della prostituzione, con l'espulsione dal territorio di 39 peripatetiche comunitarie, riducendo ad appena 4 le giovani rumene realmente operanti nell'area della Pineta, tutte identificate e sulle quali stiamo già adottando misure di contrasto per ‘disturbare' la loro attività. E poi i blitz contro il commercio abusivo nelle vie del centro cittadino, e l'organizzazione delle operazioni di contrasto alla droga. Al questore Cecere va ovviamente il ringraziamento dell'intera amministrazione comunale per la collaborazione e il sostegno garantiti al governo cittadino, con l'augurio di buon lavoro per il nuovo incarico che lo porterà su un territorio difficile, L'Aquila. Intanto ci prepariamo a dare il nostro benvenuto al nuovo questore con il quale siamo sicuri di poter istituire un identico rapporto di stima e supporto».


30/01/2010 9.38