Puntatore laser, un altro minorenne nei guai a Pescara

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2819

PESCARA. Un ragazzo di 15 anni di Pescara è stato bloccato ieri sera dai carabinieri del Nucleo Radiomobile mentre puntava una penna laser contro le auto in transito in corso Vittorio Emanuele. * RAPINANO BANCA DELL'ADRIATICO A MONTESILVANO, 2 IN MANETTE




PESCARA. Un ragazzo di 15 anni di Pescara è stato bloccato ieri sera dai carabinieri del Nucleo Radiomobile mentre puntava una penna laser contro le auto in transito in corso Vittorio Emanuele.

* RAPINANO BANCA DELL'ADRIATICO A MONTESILVANO, 2 IN MANETTE

Il giovane e' stato notato dai militari dell'Arma nella zona di piazza della Repubblica.
Dopo aver notato il raggio i carabinieri hanno avuto indicazioni utili da alcuni automobilisti e cosi' sono riusciti a bloccare il ragazzo per poi accompagnarlo in caserma.
I militari, coordinati dal maggiore Pasquale Del Gaudio, hanno sequestrato il laser, acquistato dai venditori cinesi, e hanno riconsegnato il ragazzino ai genitori.
Ancora da valutare eventuali misure da adottare nei suoi confronti.
Nei giorni scorsi la polizia di Pescara ha denunciato un giovane di 16 anni, anche lui del capoluogo adriatico, dopo averlo sorpreso a puntare un apparecchio simile contro un aereo in fase di atterraggio.
Il sedicenne, raggiunto da una volante della polizia, si trovava sugli spalti del campo sportivo San Marco. Ha poi raccontato di non essersi reso conto della portata del gesto e agli agenti ha detto che stava semplicemente sperimentando il funzionamento dell'oggetto.
L'uso di questo tipo di puntatori può causare problemi alla vista e comunque, impedendo a chi guida di vedere bene, può creare incidenti.
27/01/10 10.35
[pagebreak]

RAPINANO BANCA DELL'ADRIATICO A MONTESILVANO, 2 IN MANETTE
MONTESILVANO. Arrestati a tempo di record dopo la rapina commessa in banca: sono finiti in manette Enzo D'Innocenzo, 52 anni, e Enrico Di Michele, 36 anni, entrambi di Giulianova, con l'accusa di rapina aggravata.
I due sono gli autori del colpo compiuto ieri ai danni della filiale di Montesilvano della Banca dell'Adriatico.
I due sono stati catturati grazie alla collaborazione di alcuni clienti dell'istituto di credito, che dopo avere inseguito i rapinatori sono riusciti ad annotare i numeri di targa della Fiat Punto usata per fuggire.
Nel tardo pomeriggio l'auto è stata individuata a Silvi Marina: D'Innocenzo è stato bloccato vicino all'auto e dentro una tasca del suo giubbino sono stati trovati tremila euro in contanti che rappresentano una parte dei cinquemila euro rapinati ieri a Montesilvano.
Poche ore dopo a Giulianova è stato arrestato anche Di Michele, autore materiale della rapina.
27/01/10 14.12

CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK