Haiti: false mail per chiedere donazioni, indaga Polpost

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1294

PESCARA. Un caso analogo si era registrato anche dopo il sisma de L'Aquila e in quel caso ad indagare fu la polizia postale.

E' in circolazione da qualche giorno su internet una mail con il logo - falso - della Croce Rossa Italiana e di Poste italiane in cui si invitano gli utenti ad effettuare una donazione a favore delle migliaia di haitiani colpiti dal terremoto: si tratta però di messaggi di phishing che hanno l'obiettivo di rubare i dati personali degli utenti in modo da poter accedere ai loro conti correnti.
Sulla vicenda sta indagando la polizia postale di Pescara che ha già verificato che la mail ricalca fedelmente il messaggio contenuto nella pagina ufficiale del World food programm (Wfp) e che sia la falsa mail che la pagina per le false donazioni riconducono a provider esteri su cui si stanno facendo degli accertamenti.
Nella mail si invitano gli utenti di internet a cliccare su un link che rinvia ad un sito in cui è possibile per gli utenti effettuare la donazione, attraverso il conto corrente on line.
Ma in realtà il link, sottolinea la polizia, conduce ad una pagina creata con l'unico obiettivo di carpire i codici di conto corrente on line degli utenti.
La polizia invita i cittadini che dovessero ricevere questa o altre mail simili di segnalarle alla polizia postale e delle telecomunicazioni e ricorda che, per evitare di incorrere nel fenomeno del phishing, è fondamentale non rispondere mai a richieste di informazioni personali arrivate sulla casella di posta elettronica, perché nessuna autorità si avvale mai di strumenti elettronici non certificati per contattare gli interessati.
26/01/10 16.12