Filovia Pescara, il Comune consegna definitivamente le aree per l'opera

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2396

PESCARA. L’amministrazione comunale di Pescara ha ufficialmente consegnato alla Gestione Trasporti Metropolitani le aree necessarie per la realizzazione della filovia.

La firma ufficiale del verbale di consegna è avvenuta ieri mattina alla presenza del Dirigente del Settore Politiche ambientali e mobilità del Comune, l'architetto Fabrizio Trisi, e del Responsabile Unico del Procedimento per la Gtm, l'ingegner Pierdomenico Fabiani.
Si tratta dell'ultimo atto essenziale e propedeutico all'apertura del cantiere.
L'iter procedurale è iniziato esattamente nove anni fa, il 24 gennaio 2001 con la firma, presso il Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti, del primo Protocollo d'intesa tra il Comune di Pescara, quello di Montesilvano, la Regione Abruzzo e la Gtm.
Il 28 ottobre del 2002 è stato sottoscritto dai sindaci dei due Comuni, dall'assessore ai Trasporti della Regione Abruzzo e dal Presidente della Gtm un secondo Protocollo d'intesa relativo agli impegni di massima che ciascun Ente doveva assumere per il raggiungimento dell'obiettivo, atto recepito e approvato dalla giunta comunale di Pescara il 14 novembre del 2002, progetto che, nel dicembre dello stesso anno ha ricevuto anche il parere favorevole della Commissione Alta Vigilanza.
Il 19 dicembre 2002 il Cipe ha finanziato il progetto stanziando 60 miliardi 161milioni 400mila di vecchie lire e il giorno dopo è stato sottoscritto l'Accordo di Programma tra il Ministro delle Infrastrutture e il Presidente della Giunta regionale, definendo i termini per la realizzazione dell'opera.
«A quel punto – ha ricordato l'assessore e vicesindaco Berardino Fiorilli – è scattato un lunghissimo stop al progetto, interrotto nel maggio del 2007 dalla Gestione Trasporti Metropolitani, stazione appaltante, che ha trasmesso all'amministrazione comunale, guidata all'epoca dal centro-sinistra, una copia del progetto definitivo relativo all'opera per poi concordare le modalità di consegna delle aree interessate dall'impianto».
L''8 agosto 2008, il Responsabile del procedimento della Gtm, l'ingegner Fabiani, ha approvato il progetto esecutivo, comunicato quattro giorni dopo, il 12 agosto, al Comune di Pescara, sollecitando l'attuazione del Protocollo d'Intesa con la messa in disponibilità della Gtm delle aree interessate alla filovia, procedura nuovamente interrotta e ripresa solo dalla nuova amministrazione comunale di centrodestra.
In tutti questi anni non sono mancate contestazioni e proteste da parte di chi avrebbe voluto salvare la strada parco.
Lo scorso 21 dicembre 2009 la nuova giunta ha preso atto del progetto esecutivo, disponibile in Comune da circa un anno e mezzo, manifestando la propria volontà di provvedere alla messa a disposizione della Gtm delle aree necessarie.
«Alla Gtm», ha detto Fiorilli, «abbiamo consegnato l'intero asse dell'ex tracciato ferroviario che da Santa Filomena, dunque dal confine con Montesilvano, giunge sino all'intersezione con l'area di risulta. I lavori, come previsto nell'appalto, dureranno circa 700 giorni, due anni, ma il cantiere verrà aperto per piccoli lotti funzionali, per garantire comunque la parziale fruibilità dell'ex tracciato durante la realizzazione delle opere, che rappresenteranno il giro di vite per il traffico pescarese».

26/01/2010 8.48

CONDIVIDI GLI ARTICOLI DI PDN SU FACEBOOK