50 centesimi per andare al bagno in stazione: «è tutto regolare?»

Alessandro Biancardi

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4299

PESCARA. «Se la situazione rimarrà invariata io mi sento autorizzato a farla dove riterrò opportuno nella hall della stazione».

E' la provocazione lanciata da Pierluigi Fusacchia, invalido e disoccupato, del “Movimento Nuovi poveri”, subito dopo essersi accorto che, per usufruire dei servizi igienici nella stazione ferrovia di Pescara centrale, bisognava pagare 50 centesimi di euro.
Una prassi clonata in molte stazioni d'Italia (Roma Termini, Milano Centrale), ma con cifre più alte ad ingresso (80 cent), come hanno dimostrato i servizi di Gimmy Ghione di Striscia La Notizia nelle scorse settimane ([url=http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/videoflv.shtml?2010_01_ghio14.flv]IL VIDEO[/url]).
A Pescara i bagni, chiusi da tornelli, sono situati nella hall a piano terra, nella grande area aperta al pubblico dove ci sono edicole, bar, biglietterie e negozi di ogni genere.
«Ho evidenziato subito la situazione alla Polfer- ha scritto Fusacchia- che avendo costatato il disagio mi hanno invitato ad utilizzare i bagni al primo piano, area però dove si accede solo con il titolo di viaggio con ascensore o scalinata».
«Nel momento in cui si paga, non c'è emissione di scontrino e il servizio mi pare gestito da terzi» ha rilevato l'uomo. Così Fusacchia non ci pensa due volte e manda una lettera al Prefetto, alla Guardia di Finanza, al Sindaco e al presidente della Provincia, nonché la segnalazione al Tg satirico di Antonio Ricci.
Le domande sono semplici semplici.
«Il tornello d'ingresso per i servizi igienici che non emette lo scontrino fiscale è a norma?; l'agibilità della stazione, con riferimento alla hall aperta al pubblico è legittima?; l'agibilità del bar della stazione, che mi pare debba avere i propri servizi igienici è legittima?».
«Ringrazio da ora per l'attenzione che vorrete riservarmi anche a nome degli altri invalidi e delle donne con la cistite», ha ironizzato Fusacchia.

m.r. 25/01/2010 12.09